Pietro Genuardi

attore italiano

Pietro Antonio Genuardi (Milano, 26 maggio 1962) è un attore italiano.

Pietro Genuardi nel 2009

BiografiaModifica

Diplomato alla scuola del Piccolo Teatro di Milano nel 1987, è anche autore e regista. Inizia subito a lavorare con registi importanti quali Massimo Castri (Trachinie di Sofocle), Beppe Navello (Risveglio di primavera di Wedekind), interpreta il ruolo di Giulio Ricordi ne La famiglia Ricordi di Mauro Bolognini e L'ispettore anticrimine di Paolo Fondato. È protagonista di tre film prodotti da Dario Argento e diretti da Fabrizio De Angelis (Killer Crocodile), Umberto Lenzi (Le porte dell'inferno) e Luigi Cozzi (Paganini Horror).

Lavora con Carlo Verdone interpretando una piccola parte nel film Il bambino e il poliziotto. Per Rai 1 è con Beppe Fiorello coprotagonista del film in due puntate di Stefano Reali L'uomo sbagliato nel ruolo di Marcello.

Idea e realizza tre spot per l'Organizzazione Mondiale della Sanità sulla prevenzione aids, contro le barriere architettoniche e contro l'inquinamento con testimonial importanti quali Elena Sofia Ricci, Pier Francesco Loche e Alessandro Gassmann.

Scrive e mette in scena Vite provvisorie, social drama realizzato in collaborazione col Teatro della Città di Catania e con il teatro Argot di Roma. Scrive e mette in scena al teatro Cometa Off di Roma Bum Bum liberi tutti, commedia ambientata in un appartamento dove si incontrano sette omosessuali in attesa di un ultimo che non arriverà mai.

Realizza nel 2015 "Cambiostagione" suo testo di cui cura anche la regia prodotto da Nikolaus produzioni e nel 2017 "Funerale all'Italiana", curando sempre testo e regia.

Dopo una partecipazione nella soap-opera Vivere tra il 1999 e il 2000 nel ruolo di Michele Nanni, ha raggiunto la popolarità nel 2001 in CentoVetrine con il personaggio di Ivan Bettini. Nel 2014 lascia la soap.

È socio della casa di produzione Insolita produzioni con Daniele Carnacina e Alex Belli con i quali ha prodotto il film di Daniele Carnacina Un'insolita vendemmia (2013).

Vita privataModifica

È stato sposato con l'attrice Gabriella Saitta da cui ha poi divorziato. Hanno avuto un figlio, Jacopo, nel 1991.

Dal 2003 al 2007 è stato legato all'attrice Valentina Botto.

Crack e altri lavoriModifica

È uno dei protagonisti dello spettacolo teatrale Crack di Franco Bertini, diventato film e presentato alla Mostra del cinema di Venezia nel 1991. Crack, prodotto da Claudio Bonivento e diretto da Giulio Base, vince il festival di San Sebastián come miglior opera prima.

In teatro va in scena con Peccato di congiunzione, scritto e diretto dalla sua ex compagna l'attrice Gabriella Saitta. Nel 2006 recita insieme a Giancarlo Giannini, Enrico Montesano, Franco Nero, Barbara Bouchet e Don Johnson nel film Bastardi di Andrés Arce Maldonado e Federico Del Zoppo. In seguito reciterà nello spettacolo Due scapoli e una bionda con Patrizia Pellegrino e Roberto Stocchi.

TeatrografiaModifica

FilmografiaModifica

CinemaModifica

TelevisioneModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica