Apri il menu principale

DescrizioneModifica

 
Il Pizzo Deta visto da Collepiano

Il versante nord si presenta con un ripido pendio digradante sulla sottostante valle Roveto, caratterizzato proprio sotto la cima da un antico circo glaciale che dà inizio al vallone di Peschiomacello, sopra San Vincenzo Valle Roveto. Il versante a ovest è legato tramite una cresta al monte Pratillo (2007 m s.l.m.); a nordovest al monte del Passeggio (2063 m s.l.m.), la vetta più elevata degli Ernici.

Al di sotto di queste cime si trova il vallone del Rio che si apre oltre Rendinara, paese situato sul versante montuoso occidentale della valle Roveto. Il versante a sud digrada fino ai 1100 metri di Prato di Campoli. Il lato ad est si congiunge tramite il ripido e ampio vallone dell'Olmo alla sottostante valle rovetana.

Questa cima è caratterizzata da un profilo aguzzo e roccioso su tre quarti dei lati, di forma vagamente piramidale, escluso il versante meridionale, che digrada con un pendio ripido e uniforme[1][2].

Riferimenti cartografici:

  • Foglio 152 III N.O. (Balsorano) della Carta d'Italia I.G.M.I.
  • Sentieri nr.8 (Via Normale), nr.9 (via Direttissima), nr.10 (per la Parete Nord)

Galleria d'immaginiModifica

NoteModifica

  1. ^ Pizzo Deta, I Montagnini.
  2. ^ Monte Passeggio e Pizzo Deta, Monti Ernici.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  • Pizzo Deta, su comitato-ernici.org, Comitato per la Protezione dei Monti Ernici. URL consultato il 9 giugno 2018.