Apri il menu principale

Pluto e le papere

film di animazione del 1939 diretto da Clyde Geronimi
Pluto e le papere
Pluto cane da punta.png
Titolo originaleThe Pointer
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1939
Durata9 min
Rapporto1,37:1
Genereanimazione, commedia
RegiaClyde Geronimi
ProduttoreWalt Disney
Casa di produzioneWalt Disney Productions
Distribuzione in italianoBuena Vista Pictures
ScenografiaDavid Hilberman
AnimatoriPreston Blair, Shamus Culhane, Norman Ferguson, Lester Novros, John Meador, Art Palmer, Claude Smith, Lynn Karp, Art Moore, Fred Moore, Frank Thomas, Ollie Johnston, John Lounsbery
Doppiatori originali
Doppiatori italiani
Doppiaggio originale (1963)

Ridoppiaggio (anni '90)

Pluto e le papere (The Pointer), conosciuto anche come Pluto cane da punta, è un film del 1939 diretto da Clyde Geronimi. È un cortometraggio animato della serie Mickey Mouse, prodotto dalla Walt Disney Productions e uscito negli Stati Uniti il 21 luglio 1939, distribuito dalla RKO Radio Pictures, mentre in Italia lo distribuì la ENIC nell'aprile del 1940. Il cartone animato segue Topolino mentre cerca di insegnare a Pluto ad essere un cane da punta durante una battuta di caccia alla quaglia.

Anche se spesso citato come il debutto animato del design moderno di Topolino, questo in realtà era avvenuto cinque mesi prima in Festa a sorpresa per Topolino. Tuttavia, Pluto e le papere è ancora considerato una pietra miliare tra i corti di Topolino per i suoi sfondi e la recitazione di Topolino, messa in scena personalmente da Walt Disney. Il film venne nominato per l'Oscar al miglior cortometraggio d'animazione ai Premi Oscar 1940, ma perse a favore del cortometraggio Disney Il piccolo diseredato, l'ultima delle Sinfonie allegre.

TramaModifica

Topolino e Pluto sono accampati nel bosco e stanno per andare a caccia. Topolino legge a Pluto un libro di istruzioni su come puntare la preda e non muoversi. Topolino promette che se avranno successo avranno "selvaggina per cena, e forse un grande, grosso, buon arrosto". Poi partono per il bosco, e Topolino si porta un fucile da caccia.

Ma la prima volta che vedono delle quaglie, Pluto si eccita troppo, fa cadere Topolino e spaventa gli uccelli. Topolino rimprovera Pluto, ma poi si ammorbidisce, rendendosi conto che Pluto è un cane meticcio e non sarà in grado di imparare. Si rimettono a caccia, ma si separano. Pluto sente di nuovo le quaglie, e le punta. Stavolta il cane è attento a non muoversi affatto, fino al punto di lasciare che le quaglie saltino su di lui e gli tirino i peli. Topolino però non sa che Pluto non è più dietro di lui. Salta giù da una roccia e risveglia inconsapevolmente un orso grizzly addormentato, che inizia a seguirlo. Solo quando Topolino incontra Pluto, ancora nella sua posizione del puntatore, si rende conto che c'è un orso dietro di lui.

L'orso sembra essere belligerante, ma invece di scappare Topolino prova prima a parlare con l'orso, spiegandogli che lui e Pluto erano solo a caccia di quaglie. Topolino addirittura si presenta all'orso, dicendo: "Spero che tu mi conosca". L'orso però insegue Topolino e Pluto, che tracciano un sentiero attraverso il paesaggio verso il loro campo. Quella notte mangiano felicemente una cena a base di fagioli in scatola.

Edizioni home videoModifica

VHSModifica

Il cortometraggio ha il doppiaggio originale del 1963 nella videocassetta Le avventure di caccia del prof. Pico De Paperis.

DVDModifica

Il cortometraggio è incluso nel DVD Walt Disney Treasures: Topolino star a colori - Vol. 2.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica