Apri il menu principale

Poliziotto in affitto

film del 1988 diretto da Jerry London

TramaModifica

In un albergo di Chicago, a causa di uno spietato killer di nome Dancer, la prostituta Della Roberts si trova coinvolta, suo malgrado, in una sparatoria tra trafficanti di droga e un gruppo di poliziotti che stanno operando sotto copertura. Nello scontro a fuoco purtroppo alcuni poliziotti perdono la vita. Tra gli agenti scampati alla morte vi è Church che però, a causa del fallimento di questa missione, viene allontanato dalla polizia. Avendo visto in faccia il killer che ha ucciso alcuni colleghi di Church, Della si sente minacciata e decide di ingaggiarlo come guardia del corpo. Insieme scopriranno il marcio che si nasconde dietro questa vicenda, dove alcuni poliziotti corrotti in realtà "lavorano" per conto di un boss della malavita.

PromozioneModifica

  • I manifesti e le locandine utilizzate per la promozione del film all'epoca della sua diffusione nelle sale cinematografiche italiane sono state curate dall'illustratore Renato Casaro.
  • "La faccia buona della giustizia" è la tagline usata per promuovere il film sulla copertina del DVD.

DistribuzioneModifica

Il film è stato distribuito in alcuni paesi come ad esempio la Francia a partire dalla fine del 1987.[1]

Data di uscitaModifica

Alcune date di uscita internazionali nel corso degli anni sono state:

Edizioni home videoModifica

  • La prima pubblicazione italiana del film per il circuito home video è stata una videocassetta VHS della Penta Video.
  • Nel 2004 la Prism Italy ha distribuito per la prima volta in Italia il film in DVD (codice EAN:8032758990243).

AccoglienzaModifica

CriticaModifica

  • In un articolo pubblicato sul quotidiano La Stampa (all'epoca dell'uscita del film nelle sale cinematografiche) viene espresso un giudizio mediocre: Che tra Burt e Liza corra del tenero, nessuno oserebbe dubitare fin dal primo distratto sguardo al cartellone pubblicitario. Però il regista London, così indulgente nei riguardi del turpiloquio e della brutalità, ha un tocco di geniale misura rimandando all'infinito il primo bacio e il primo amplesso. Prima occorrerà saltare tra una pallottola e l'altra lottando insieme contro una polizia di mollaccioni e un establishment di delinquenti.[4]
  • Su il quotidiano L'Unità, invece, la pellicola all'epoca è stata giudicata come la versione povera di Chi protegge il testimone e inoltre, anche se la coppia Burt-Liza sembra funzionare, il lavoro del regista viene considerato senza estro e con evidenti difficoltà nel far combaciare gli esterni di Chicago con gli interni di Cinecittà.[5]

NoteModifica

  1. ^ (FR) Assistance à femme en danger, premiere.fr. URL consultato il 19 dicembre 2015 (archiviato dall'url originale il 22 dicembre 2015).
  2. ^ (EN) Movies Theater Guide, in New York Magazine, vol. 21, nº 3, 1988, pp. 91.
  3. ^ Cinema in Liguria - Prime visioni Genova, in La Stampa, nº 86, 1988, pp. 23.
  4. ^ In prima - Poliziotto in affitto, in La Stampa, nº 107, 1988, pp. 24.
  5. ^ Primefilm - Liza e Burt da Chicago a Cinecittà, in L'Unità, nº 98, 1988, pp. 25.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema