Ponte Regina Margherita

ponte di Roma
Disambiguazione – Se stai cercando il ponte di Torino, vedi Ponte Regina Margherita (Torino).

Ponte Regina Margherita[1], noto anche come ponte Margherita, è un ponte che collega piazza della Libertà al lungotevere Arnaldo da Brescia, a Roma, nei rioni Campo Marzio e Prati[2].

Ponte Regina Margherita
Localizzazione
StatoBandiera dell'Italia Italia
CittàRoma
AttraversaTevere
Dati tecnici
Tipoponte ad arco
Materialetravertino
Lunghezza103,10 m
Larghezza20,95 m
Realizzazione
ProgettistaAngelo Vescovali
Costruzione1886-1891
Inaugurazione1891
Intitolato aMargherita di Savoia
Mappa di localizzazione
Map

Progettato dall'architetto Angelo Vescovali, fu costruito tra il 1886 e il 1891; denominato inizialmente ponte al Popolo[3], in quanto collegamento tra piazza del Popolo e il costruendo quartiere Prati di Castello, fu dedicato provvisoriamente a re Umberto I di Savoia (al quale è stato poi intitolato un altro ponte) ed infine alla regina Margherita di Savoia[1], prima Regina d'Italia. Il ponte costituisce un collegamento diretto tra piazza della Libertà, nel rione Prati, e piazza del Popolo e fu il primo in muratura costruito sul Tevere dopo molti secoli[4].

Descrizione

modifica

Presenta tre arcate in muratura rivestite di travertino ed è lungo circa 110 metri.

Trasporti

modifica
  È raggiungibile dalle stazioni Flaminio e Lepanto.
  1. ^ a b Ponte Regina Margherita, su geoportale.comune.roma.it, Ufficio toponomastica - Roma Capitale. URL consultato il 3 luglio 2024.
  2. ^ Rendina, 702.
  3. ^ Piazza della Libertà, su geoportale.comune.roma.it, Roma Capitale. URL consultato il 12 settembre 2023.
  4. ^ Ravaglioli, 52.

Bibliografia

modifica
  • Armando Ravaglioli, Roma anno 2750 ab Urbe condita. Storia, monumenti, personaggi, prospettive, Roma, Tascabili Economici Newton, 1997, ISBN 88-8183-670-X.
  • Claudio Rendina, Enciclopedia di Roma, Roma, Newton Compton Editori, 2005, ISBN 88-541-0304-7.

Altri progetti

modifica
  Portale Roma: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Roma