Proposizione principale

in linguistica

Una "proposizione principale" è una proposizione grammaticalmente indipendente e di significato compiuto. Non occupa una posizione fissa nel periodo e non dipende da nessun'altra proposizione presente nel periodo, ma regge le proposizioni subordinate e può essere coordinata con altre proposizioni principali (proposizioni coordinate). Non è mai introdotta da una congiunzione o locuzione del tipo dopo, che, di, tanto che, fino, ....

Può essere indipendente se è l'unica proposizione in un periodo.

Esempi (proposizione principale sottolineata):

Poiché ha sete, Marta si prepara una bevanda fresca.
Siccome porto l'apparecchio, non posso mangiare la carne .
Vi invito a casa mia a festeggiare il mio compleanno .

TempiModifica

Le principali possono avere come predicato un verbo ai seguenti modi: indicativo, congiuntivo, condizionale, imperativo ed infinito.

Con l'indicativoModifica

  • Informativa: è il tipo di frase più comune: l'enunciato ha funzione di informare, asserire. È detta anche proposizione informativa (o enunciativa). Si tratta dunque di una frase impiegata per comunicare un fatto (Cappuccetto Rosso è una bambina.), riferire un avvenimento (Cappuccetto Rosso andò nel bosco.), oppure esprimere un giudizio o un'opinione (Il lupo è cattivo). Nelle proposizioni informative il verbo è di solito al modo indicativo.
  • Interrogativa diretta: corrisponde ad una domanda. Può trattarsi di una domanda introdotta da un pronome o aggettivo interrogativo (Dove sei andato? Quante pere hai comprato?), oppure di una domanda alla quale si può rispondere con o no: Ti sei riposato?
  • Esclamativa: esprime un enunciato ricco di enfasi: peccato che tu non sia venuto!


Con il congiuntivoModifica

  • Desiderativa (o ottativa): esprime un desiderio: Che tu possa guarire presto!
  • Volutiva o iussiva: esprime un'esortazione: Si faccia sentire! È spesso caratterizzata da uso di modi come l'imperativo ed il congiuntivo.
  • Concessiva (o suppositiva): esprime una concessione: Vengano pure...

Con il condizionaleModifica

  • Potenziale: usata per esprimere un'intenzione: Potrei cucinare l'arrosto...
  • Dubitativa: usata per esprimere un'azione che dovrebbe essere compiuta: Dovrei mettere a posto la mia stanza...

Con l'imperativoModifica

  • Iussiva (o imperativa): esprime un ordine: Porta la scala!

Con l'infinitoModifica

  • Esclamativa: esprime un enunciato ricco di enfasi: Io dire questo?! Mai!

Voci correlateModifica

  Portale Linguistica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di linguistica