Quartz (album)

album dei Quartz del 1977
Quartz
ArtistaQuartz
Tipo albumStudio
Pubblicazione1977
Durata36:00
Dischi1
Tracce9
GenereNWOBHM
Heavy metal
EtichettaJet Records
ProduttoreTony Iommi
RegistrazioneMorgan Studios, Londra[1]
Formati7"
Quartz - cronologia
Album precedente
Album successivo
(1980)

Quartz è l'album di debutto del gruppo heavy metal britannico Quartz, pubblicato nel 1977 per l'etichetta discografica Jet Records.

Il discoModifica

L'album è stato prodotto dal chitarrista dei Black Sabbath (per i quali i Quartz avevano intrapreso un tour come gruppo di supporto[2]) Tony Iommi[3], il quale ha collaborato anche alle registrazioni dell'album introducendo alcune parti di flauto e assoli di chitarra[3]. Alle registrazioni dell'album ha partecipato anche il cantante Ozzy Osbourne, allora compagno di gruppo di Iommi, che ha registrato alcune parti vocali di accompagnamento, e il chitarrista dei Queen Brian May, nelle vesti di chitarrista solista nel brano Circles, che non sarà però pubblicato nell'album bensì nel singolo del brano Stoking the Fires of Hell[2][3].

L'album, ripubblicato nel 1980 con il nome di Deleted[2] (con una copertina diversa dall'originale, di colore marrone[2]), è stato rimasterizzato in CD e pubblicato nel gennaio del 2004[3] sotto l'etichetta discografica Sanctuary Records. La ristampa dell'album (che torna per l'occasione ad acquisire il nome originale) contiene alcune tracce bonus tra cui la stessa Circles[3].

Lista tracce[4]Modifica

  1. Mainline Riders - 3:37
  2. Sugar Rain - 4:45
  3. Street Fighting Lady - 4:44
  4. Hustler - 4:42
  5. Devil's Brew - 3:41
  6. Smokie - 1:09
  7. Around and Around - 4:58
  8. Pleasure Seekers - 3:54
  9. Little Old Lady - 4:31

FormazioneModifica

Collaboratori[3]Modifica

NoteModifica

  1. ^ Scheda Archiviato il 23 luglio 2008 in Internet Archive. dell'album, dal sito ufficiale di Tony Iommi
  2. ^ a b c d Biografia Archiviato l'8 dicembre 2007 in Internet Archive. dei Quartz dal sito rockdetector.com
  3. ^ a b c d e f Articolo Archiviato il 18 gennaio 2008 in Internet Archive. sui Quartz dal sito roadrunnerrecords.com
  4. ^ La lista tracce si riferisce alla prima pubblicazione dell'album
  5. ^ Traccia pubblicata nell'edizione rimasterizzata su CD del 2004

Collegamenti esterniModifica

  Portale Heavy metal: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Heavy metal