Apri il menu principale

Raffaele Mario Radossi

arcivescovo cattolico italiano
Raffaele Mario Radossi, O.F.M.Conv.
arcivescovo della Chiesa cattolica
Archbishop CoA PioM.svg
 
Incarichi ricopertiVescovo di Parenzo e Pola
Arcivescovo di Spoleto
Arcivescovo titolare di Equilio
 
Nato3 giugno 1887 a Cherso
Ordinato presbitero21 novembre 1909
Nominato vescovo27 novembre 1941 da papa Pio XII
Consacrato vescovo25 gennaio 1942 dal cardinale Adeodato Piazza, O.C.D.
Elevato arcivescovo7 luglio 1948 da papa Pio XII
Deceduto27 settembre 1972 a Venezia
 

Raffaele Mario Radossi (Cherso, 3 giugno 1887Venezia, 27 settembre 1972) è stato un arcivescovo cattolico italiano.

BiografiaModifica

Nato nell'arcipelago del Quarnero, allora appartenente all'Impero austro-ungarico, entrò giovanissimo nei francescani conventuali. Nel 1941 fu nominato vescovo di Parenzo e Pola, in Istria, di cui fu l'ultimo pastore italiano: da lì infatti dovette fuggire alla fine della Seconda guerra mondiale nell'ambito dell'Esodo giuliano dalmata.

Nominato nel 1948 arcivescovo di Spoleto, resse quella chiesa per quasi vent'anni, durante i quali partecipò anche a tutte le sessioni del Concilio Vaticano II. Il 23 giugno 1967, ad ottant'anni, si ritirò dal governo della Chiesa spoletina e fu nominato arcivescovo titolare di Equilio; morì cinque anni più tardi.

Genealogia episcopaleModifica

Collegamenti esterniModifica