Rainer Salzgeber

sciatore alpino austriaco
Rainer Salzgeber
Nazionalità Austria Austria
Altezza 177 cm
Peso 78 kg
Sci alpino Alpine skiing pictogram.svg
Specialità Supergigante, slalom gigante, combinata
Squadra WSV Tschagguns
Ritirato 2001
Palmarès
Mondiali 0 1 0
Mondiali juniores 2 0 0
Per maggiori dettagli vedi qui
 

Rainer Salzgeber (Bludenz, 26 aprile 1967) è un ex sciatore alpino austriaco. Specialista del supergigante e dello slalom gigante, nel corso della sua carriera ha vinto la medaglia d'argento nello slalom gigante ai Mondiali di Morioka 1993 ed è andato sei volte a podio in Coppa del Mondo.

È marito di Anita Wachter, a sua volta sciatrice alpina di alto livello[1].

BiografiaModifica

Stagioni 1985-1993Modifica

Salzgeber, nato a Bludenz[senza fonte] e originario di Schruns, ottenne i primi successi internazionali della carriera ai Mondiali juniores di Jasná 1985, durante i quali vinse la medaglia d'oro nello slalom speciale e nella combinata[2]. Nella stagione 1985-1986 in Coppa Europa vinse la classifica di supergigante e fu 3º in quella generale, mentre l'anno dopo, sempre nel circuito continentale, ottenne il 2º posto sia nella classifica generale, sia in quelle di supergigante e di slalom gigante.

Il 23 dicembre 1989 ottenne il suo primo piazzamento di rilievo in Coppa del Mondo nello slalom gigante di Park City, in cui si classificò 13º. Alla sua prima partecipazione olimpica, Albertville 1992, arrivò 15º nel supergigante, 7º nello slalom gigante e non completò la combinata; l'anno dopo ottenne il risultato più prestigioso della sua carriera, la medaglia d'argento nello slalom gigante ai Mondiali di Morioka (suo esordio iridato), preceduto sul traguardo solo da Kjetil André Aamodt. Poco dopo i Mondiali si infortunò gravemente al ginocchio durante la discesa libera di Whistler[senza fonte], dovendo stare così lontano dalle competizioni fino alla stagione successiva.

Stagioni 1994-2002Modifica

Il 18 gennaio 1994 conquistò il primo podio in Coppa del Mondo, il 3º posto nello slalom gigante di Crans-Montana; ai XVII Giochi olimpici invernali di Lillehammer 1994 partecipò alle sue seconde e ultime Olimpiadi, ottenendo il 5º posto nello slalom gigante. Ai Mondiali di Sestriere 1997 ottenne il 9º posto nello slalom gigante. Di rilievo fu anche il 5º posto conquistato il 21 dicembre 1998 in supergigante: quel giorno, uno dei più gloriosi dello sci austriaco, la gara di Coppa del Mondo disputata a Innsbruck fu vinta da Hermann Maier con nove atleti austriaci nelle prime nove posizioni[3].

Ai Mondiali di Vail/Beaver Creek 1999, suo congedo iridato, Salzgeber giunse 16º nel supergigante, mentre a livello di Coppa del Mondo conquistò l'ultimo dei suoi cinque podi (nessuna vittoria) il 19 dicembre 1999 in Alta Badia in slalom gigante; si ritirò dall'attività agonistica all'inizio della stagione 2001-2002 e la sua ultima gara in carriera fu lo slalom gigante di Coppa del Mondo disputato il 28 ottobre a Sölden, chiuso da Salzgeber al 16º posto.

PalmarèsModifica

MondialiModifica

Mondiali junioresModifica

Coppa del MondoModifica

  • Miglior piazzamento in classifica generale: 24º nel 1992
  • 6 podi:
    • 2 secondi posti
    • 4 terzi posti

Coppa EuropaModifica

  • Miglior piazzamento in classifica generale: 2º nel 1987
  • Vincitore della classifica di supergigante nel 1986

Campionati austriaciModifica

Campionati austriaci junioresModifica

  • 5 medaglie[2]:
    • 3 ori (discesa libera, slalom speciale, combinata nel 1985)
    • 2 argenti (slalom gigante nel 1984; slalom gigante nel 1985)

NoteModifica

  1. ^ (DE) Ski-Fieber lässt sie nicht los, in Vorarlberg online, 14 maggio 2012. URL consultato il 27 marzo 2016.
  2. ^ a b c d (DE) Rainer Salzgeber, su oesv.at - ÖSV-Siegertafel, Federazione sciistica dell'Austria (Österreichischer Skiverband). URL consultato il 27 marzo 2016.
  3. ^ Referto della gara, su data.fis-ski.com. URL consultato il 27 marzo 2016.

Collegamenti esterniModifica