Rattus timorensis

specie di animale della famiglia Muridae

Rattus timorensis (Kitchener, Aplin & Boeadi, 1991) è un roditore della famiglia dei Muridi endemico dell'isola di Timor.[1][2]

Come leggere il tassoboxProgetto:Forme di vita/Come leggere il tassobox
Come leggere il tassobox
Rattus timorensis
Immagine di Rattus timorensis mancante
Stato di conservazione
Status none DD.svg
Dati insufficienti[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Superordine Euarchontoglires
Ordine Rodentia
Sottordine Myomorpha
Superfamiglia Muroidea
Famiglia Muridae
Sottofamiglia Murinae
Genere Rattus
Specie R.timorensis
Nomenclatura binomiale
Rattus timorensis
Kitchener, Aplin & Boeadi, 1991

DescrizioneModifica

DimensioniModifica

Roditore di medie dimensioni, con la lunghezza della testa e del corpo di 157 mm, la lunghezza della coda superiore a 77 mm, la lunghezza del piede di 30 mm, la lunghezza delle orecchie di 20,5 mm e un peso fino a 112 g.[3]

AspettoModifica

Il colore del dorso è bruno-olivastro, cosparso di lunghi peli più scuri, mentre le parti ventrali sono ocra chiaro. Le orecchie sono corte, arrotondate, con la pelle grigio scura, ricoperte di piccoli peli scuri esternamente e più chiari internamente. Il dorso delle mani e dei piedi è grigio mentre lateralmente sono bianche. La coda è bicolore, grigio scuro sopra e bianca sotto, con 14 anelli di scaglie per centimetro. Le femmine hanno un paio di mammelle post-ascellari e due paia inguinali.

BiologiaModifica

ComportamentoModifica

È una specie terricola.

Distribuzione e habitatModifica

Questa specie è conosciuta soltanto da un individuo catturato sul monte Mutis, nella parte occidentale dell'isola di Timor. Probabilmente è presente su tutta l'isola. Il ritrovamento di numerosi di resti fossili fa supporre che in passato era abbondante almeno fino a 500 metri di altitudine.

Vive ad altitudini di circa 1.900 metri.

Stato di conservazioneModifica

La IUCN Red List, considerato che questa specie è conosciuta soltanto da un individuo femmina catturata nel 1987 ed ora depositata presso il Western Australian Museum di Perth, Australia, con numero di catalogo WAM M34827, classifica R.timorensis come specie con dati insufficienti (DD).[1]

NoteModifica

  1. ^ a b c (EN) Aplin, K. & Helgen, K. 2008, Rattus timorensis, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2020.2, IUCN, 2020.
  2. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Rattus timorensis, in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005, ISBN 0-8018-8221-4.
  3. ^ Kitchener, Aplin & Boeadi, 1991.

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

  Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi