Apri il menu principale

Registan (Samarcanda)

Piazza di Samarcanda, Uzbekistan
Registan
Registan square Samarkand.jpg
Il Registan e le sue tre madrase. Da sinistra a destra: La Madrasa Ulugh Beg, la Madrasa Tilya-Kori e la Madrasa Sher-Dor.
Altri nomiریگستان
Localizzazione
StatoUzbekistan Uzbekistan
CittàSamarcanda
Collegamenti
Luoghi d'interesse
Mappa

Coordinate: 39°39′17″N 66°58′32″E / 39.654722°N 66.975556°E39.654722; 66.975556

UNESCO white logo.svg Bene protetto dall'UNESCO
UNESCO World Heritage Site logo.svg Patrimonio dell'umanità
Samarcanda - crocevia di culture
(EN) Samarkand – Crossroads of Cultures
Registan square 2014.JPG
TipoCulturali
Criterio(i) (ii) (iv)
PericoloNon in pericolo
Riconosciuto dal2001
Scheda UNESCO(EN) Scheda
(FR) Scheda

Il Registan era il cuore dell'antica città di Samarcanda della dinastia Timuride, oggi in Uzbekistan. Il nome Rēgistan (ریگستان‎) significa "Luogo di sabbia" o "deserto" in Persiano.

Il Registan era una piazza pubblica, dove persone si riunivano per ascoltare i proclami reali, annunciati da squilli di tubi in rame enormi chiamati dzharchis - e un luogo di esecuzioni pubbliche. E' incorniciato da tre madrase (scuole islamiche) di distintiva architettura islamica.

Indice

Le madrasseModifica

Le tre madrase del Registan sono: la Madrasa Ulugh Beg (1417-1420), la Madrasa Tilya-Kori (1646-1660) e la Madrasa Sher-Dor (1619-1636). Madrasa è un termine arabo e significa scuola.

La madrassa Ulugh Beg (1417–1420)Modifica

 
La Madrasa Ulugh Beg

La madrasa Ulugh Beg, venne costruita da Ulugh Beg durante l'epoca timuride durante l'impero di Tamerlano, ha un iwan imponente con un pishtaq o portale di fronte alla piazza. Gli angoli sono affiancati da alti minareti. Il pannello di mosaico sopra arco d'ingresso dell'Iwan è decorato da ornamenti con stilizzazioni geometriche. Il cortile quadrato include una moschea e sala conferenze, ed è orlata da cellule dormitorio in cui gli studenti hanno vissuto. Ci sono gallerie profonde lungo gli assi. Originariamente la Madrasa era un edificio a due piani con quattro darskhonas (sale lettura) agli angoli.

La madrasa Ulugh Beg (persiano: مدرسه الغ بیگ‎‎) è stata una delle migliori università del clero d'Oriente islamico nel secolo XV CE. Abdul-Rahman Jami, il grande poeta Persiano, studioso, mistico, scienziato e filosofo studiò nella madrasa.[1] Ulugh Beg stesso ha dato delle lezioni. Durante il governo di Ulugh Beg la madrasa era un centro della scienza secolare.

La madrassa Sher-Dor (1619–1636)Modifica

 
La Madrasa Tilya Kori
 Lo stesso argomento in dettaglio: Madrasa Cher-Dor.

Nel XVII secolo il governatore di Samarcanda, Yalangtush Bakhodur, ordinò la costruzione delle madrasse Sher-Dor (persiano: شیردار‎‎) e Tillya-Kori (persiano: طلاکاری‎‎). I mosaici della tigre sulla faccia di ogni madrassa sono interessanti, in quanto violano il divieto nell'Islam della raffigurazione degli esseri viventi sugli edifici religiosi.

La madrassa Tilya-Kori Madrasah (1646–1660)Modifica

 
La Madrasa Sher-Dor
 Lo stesso argomento in dettaglio: Madrasa Tilya Kori.

Dieci anni dopo la madrassa Tilya-Kori (persiano: طلاکاری‎‎, che significa "dorata") venne costruita. Non era solo un collegio residenziale per gli studenti, ma anche svolto il ruolo di grande Masjid (moschea). Ha una facciata principale a due piani e un vasto cortile circondato da ambienti dormitorio, con quattro gallerie lungo gli assi. L'edificio moschea (vedi foto) si trova nella parte occidentale del cortile. La sala principale della moschea è abbondantemente dorata[2].

Gli altri edificiModifica

Il mausoleo degli ShaybanidiModifica

A est della Madrasa Tilya-Kori, si trova il mausoleo degli shaybanidi (XVI secolo) (vedi foto). Il vero fondatore del potere degli shaybanidi era Muhammad Shaybani - nipote di Abu'l Khair. Nel 1500, con l'appoggio del Khanato Chagatai, allora con sede a Tashkent, Muhammad Shaybani conquistò Samarcanda e Bukhara dagli ultimi governanti Timuridi. Il fondatore della dinastia cedette ai suoi benefattori e nel 1503 prese Tashkent. Catturata Khiva nel 1506 e nel 1507 egli piombò su Merv (nel Turkmenistan), la Persia orientale, e l'Afghanistan occidentale. Gli shaybanidi fermarono l'avanzata dei Safavidi, che nel 1502 avevano sconfitto Ak Koyunlu (Iran). Muhammad Shaybani era un leader degli uzbeki nomadi. Nel corso degli anni successivi sostanzialmente si stabilirono nelle oasi dell'Asia centrale. L'invasione uzbeka del XV secolo CE era l'ultima componente della etnogenia della nazione uzbeka di oggi.

Cupola del commercio ChorsuModifica

L'antica cupola del commercio Chorsu si trova proprio dietro la Sher-Dor.

Galleria d'immaginiModifica

NoteModifica

  1. ^ RG Mukminova, The role of Islam in education in Central Asia in the 15th -- 17th centuries, in STUDIES ON CENTRAL ASIA Nuova serie, 1, vol. 87, 2007, pp. 155–161, JSTOR 25818118.
  2. ^ Seamus Kearney, Tilla-Kari, la Madrasa dorata di Samarcanda, su euronews, 29 agosto 2016. URL consultato il 17 febbraio 2017.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàGND (DE4424397-2
  Portale Uzbekistan: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di uzbekistan