Apri il menu principale
Richard Evelyn Byrd

Richard Evelyn Byrd (Winchester, 25 ottobre 1888Boston, 11 marzo 1957) è stato un militare ed esploratore statunitense.

Indice

BiografiaModifica

Nel 1918 entrò a far parte della squadra aerea della Marina e fu presto promosso al grado di capitano di corvetta. Nel 1925 ottenne il comando delle attività aeree della spedizione americana in Groenlandia guidata da Donald Baxter MacMillan.

L'anno successivo Byrd annunciò al mondo di essere stato il primo, insieme al suo copilota Floyd Bennett, a sorvolare il Polo Nord. Il ritrovamento dei suoi diari di viaggio ha però portato gli esperti a concludere che Byrd e Bennett fecero ritorno in Groenlandia quando il loro apparecchio distava ancora 243 km dalla verticale del Polo.

I primi a riuscire nell'impresa furono quindi Roald Amundsen, Umberto Nobile e Lincoln Ellsworth, a bordo del dirigibile Norge, tre giorni dopo il viaggio incompleto di Byrd e Bennett.

Tra il 1928 e il 1947, Byrd effettuò quattro importanti spedizioni in Antartide, con le quali diede un fondamentale contributo alla conoscenza di questo continente. Nel 1929 sorvolò il Polo Sud, un'impresa mai riuscita prima di allora.

Nel 1955 gli fu affidato il comando dell'operazione Deep Freeze, la spedizione antartica organizzata dagli Stati Uniti per l'Anno geofisico internazionale, che si sarebbe tenuto due anni più tardi. Ma non riuscì a portare a termine l'impresa: la morte lo colse infatti qualche settimana dopo aver sorvolato per l'ultima volta il Polo Sud.

Tra i suoi scritti ricordiamo Skyward (1928), Little America (1930), Discovery (1935) e Alone (1938).

OnorificenzeModifica

NoteModifica

  1. ^ Originale: For distinguishing himself conspicuously by courage and intrepidity at the risk of his life, in demonstrating that it is possible for aircraft to travel in continuous flight from a now inhabited portion of the earth over the North Pole and return.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN37026893 · ISNI (EN0000 0001 1621 4220 · LCCN (ENn79060195 · GND (DE118665707 · BNF (FRcb12527608t (data) · ULAN (EN500333546 · NDL (ENJA00520487 · WorldCat Identities (ENn79-060195
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie