Riserva naturale Castelvecchio

area naturale protetta della provincia di Siena
Riserva naturale di Castelvecchio
Tipo di areaRiserva naturale regionale
Codice WDPA178762
Codice EUAPEUAP0388
Class. internaz.Categoria IUCN IV: area di conservazione di habitat/specie
StatiItalia Italia
RegioniToscana Toscana
ProvinceSiena Siena
Superficie a terra734,00 ha
Provvedimenti istitutiviD.C.P. Si 38, 21.03.96
GestoreProvincia di Siena
Mappa di localizzazione

Coordinate: 43°27′12.1″N 10°59′20.77″E / 43.453361°N 10.989102°E43.453361; 10.989102

La riserva naturale di Castelvecchio è un'area naturale protetta situata nella provincia di Siena e istituita nel 1996. La riserva occupa una superficie di 734,00 ettari[1].

Si trova a pochi chilometri a occidente di San Gimignano comprendendo a sud le rovine di Castelvecchio, importante roccaforte durante il periodo medievale.

DescrizioneModifica

Quasi tutto il territorio considerato ha una natura calcarea, dando origine ad una vegetazione eterogenea: infatti oltre al cerro e alla roverella, compare una macchia mediterranea che porta con sé l'erica multiflora, pianta tipica delle terre calcaree lungo le coste della penisola italiana.

Faggi e aceri montani crescono nelle valli del Botro della Libaia e del Botro di Castelvecchio, torrenti subaffluenti del fiume Elsa. Nella parte meridionale della riserva affiorano le pareti rocciose su cui campeggiano le rovine di Castelvecchio: esse ospitano nel suolo la Solatopupa juliana, mollusco gasteropode molto diffuso lungo gli affioramenti calcarei di Toscana, Liguria e Lazio, mentre nei cieli di inverno si può scorgere il rarissimo falco pellegrino.

Nelle pianure un tempo coltivate crescono fitti arbusteti che insieme ai pascoli e alle aree agricole esterni alla riserva forniscono cibo alle numerose specie di uccelli che vi cacciano, tra cui il biancone e il codirosso.

NoteModifica

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica