Roberto Giovalli

dirigente d'azienda italiano

Roberto Giovalli (Torino, 3 aprile 1957) è un dirigente d'azienda italiano.

La sua carriera ha inizio presso l'emittente privata torinese Tele Torino International. Ha poi lavorato come responsabile della programmazione del circuito televisivo Euro TV[1].

Nel 1983 viene notato da Carlo Freccero, all'epoca direttore della programmazione delle reti Fininvest (Canale 5 e Italia 1), e viene quindi portato a Fininvest dove lavora prima come assistente della programmazione, poi come direttore della programmazione delle due reti (diventate poi tre nel 1984, con l'aggiunta di Rete 4)[1].

Nel marzo del 1989 Giovalli lascia l'incarico di direttore delle tre reti Fininvest e viene sostituito da Giorgio Gori[2][3].

Nel 1990 lancia Tele+ (poi diventata Sky), di cui è direttore fino al 1994. il 3 maggio 1999 torna in Mediaset come direttore di Italia 1. Lascerà l'incarico il 4 febbraio 2001 per dedicarsi alla nascita di LA7. Il progetto messo in piedi da Giovalli non vedrà in realtà mai la luce per il cambio alla guida di Telecom Italia (azionista di riferimento della nuova rete) che comporterà un drastico ridimensionamento delle ambizioni iniziali.

Nel 2003, Roberto Giovalli lascia l'incarico e si ritira a vita privata.

NoteModifica

  1. ^ a b dall’esilio, parla roberto giovalli, colonna della tv di berlusconi, era fininvest - Media e Tv
  2. ^ «Alternativa per raffinati», articolo su La Stampa, 30 settembre 1988, pagina 25
  3. ^ Fininvest: è l'ora dei grandi divorzi, articolo su La Stampa, 24 marzo 1989, pagina 22
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie