Apri il menu principale
Rocciamelone
Rocciamelone Cresta Ovest 02.jpg
Rocciamelone cresta ovest
Tipo di areaSIC
Codice WDPA555528079
Cod. Natura 2000IT1110039
Class. internaz.IT1110039
StatiItalia Italia
RegioniPiemonte Piemonte
ProvinceTorino Torino
ComuniMompantero
Superficie a terra1.946[1] ha
Provvedimenti istitutiviD.P.R. n. 357/1997 come modificato dal D.P.R. n. 120/2003[1]
Mappa di localizzazione

Coordinate: 45°10′30″N 7°05′24″E / 45.175°N 7.09°E45.175; 7.09

Quella del Rocciamelone è un'area naturale del Piemonte riconosciuta come sito di interesse comunitario per i suoi aspetti geologici, faunistici, floristici e vegetazionali.

Indice

AmbienteModifica

 
Vista dal fondovalle

Il SIC comprende il Rocciamelone, una montagna della Alpi Graie collocata in Valle di Susa a breve distanza dal confine Italo-francese. Il sito è caratterizzato da una notevole escursione altimetrica, con le sue parti più basse attorno ai 500 metri di quota e la vetta del Rocciamelone a più di 3500 metri. Nel SIC geologicamente predominano i calcescisti e gli gneiss; la sua parte bassa è a contatto con un altro SIC, quello delle Oasi xerotermiche della Val di Susa - Orrido di Chianocco e Foresto (cod. IT1110030), dove sono invece presenti rocce di tipo dolomitico.[2].

FloraModifica

Il SIC è caratterizzato da una grande varietà di ambienti. Sui ghiaioni e le pietraie delle quote più elevate sono presenti alcune specie endemiche dell'arco alpino occidentale come Saussurrea alpina subsp. depressa, Alyssum alpestre e Veronica allionii. Più in basso esiste una ampia zona classificata come oasi xerotermica, dove si trovano piante tipiche dell'ambiente mediterraneo[2].

FaunaModifica

Oltre alle specie di mammiferi più tipiche delle Alpi come la marmotta, il camoscio e lo stambecco sono presenti numerose specie di uccelli come lo spioncello, il crociere e molti altri. Due interessanti specie di insetti presenti nel SIC sono Dichotrachelus manueli, un curculionide endemico delle Alpi Graie, e Polyommatus exuberans, una farfalla che è invece endemica della sola Valle di Susa.

NoteModifica

  1. ^ a b Sito ufficiale della Regione Piemonte www.regione.piemonte.it (consultato nel giugno 2019)
  2. ^ a b Rocciamelone, Regione Piemonte. URL consultato il 12 giugno 2019.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica