Apri il menu principale
Roero
Dettagli
StatoItalia Italia
Resa (uva/ettaro)100 q
Resa massima dell'uva70,0%
Titolo alcolometrico
naturale dell'uva
10,0%
Titolo alcolometrico
minimo del vino
10,5%
Estratto secco
netto minimo
15,0‰
Riconoscimento
TipoDOCG
Istituito con
decreto del
7 dicembre 2004  
Gazzetta Ufficiale del24/12/2004,
n 301
Vitigni con cui è consentito produrlo
[senza fonte]

Roero Arneis è un vino bianco piemontese italiano DOCG, secco, la cui produzione è consentita in soli 19 comuni della provincia di Cuneo, situati lungo la riva sinistra del fiume Tanaro. È costituito da almeno 95% di uve bianche vitigno Arneis; la restante parte può essere costituita da vitigni a bacca bianca non aromatici idonei alla coltivazione nella Regione Piemonte.

Caratteristiche organoletticheModifica

  • colore: paglierino più o meno intenso, con riflessi leggermente ambrati.
  • odore: delicato, fresco ed erbaceo.
  • sapore: asciutto, gradevolmente amarognolo ed erbaceo.

Cenni storiciModifica

Pare che il nome derivi dal dialettale, associato a persona o cosa originale, ribelle, scontrosa, e relativo altresì al nome dell'antico vitigno del bric Arneiso (o Reneiso), che si trova nei pressi di Canale (CN)[1][2].

Abbinamenti consigliatiModifica

Il Roero Arneis si abbina particolarmente con formaggi stagionati, dai sapori importanti, e con piatti a base di carni bianche e pesce. Particolarmente indicati sono i piatti tipici della cucina cuneese e delle langhe. Il Roero Arneis si presta perfettamente anche ad aperitivi ed antipasti, offrendo il meglio di sé se servito ad una temperatura tra gli 8 e i 10 gradi.

ProduzioneModifica

Provincia, stagione, volume in ettolitri

  • Cuneo (1990/91) 8093,71
  • Cuneo (1991/92) 10952,0
  • Cuneo (1992/93) 11574,0
  • Cuneo (1993/94) 13774,0
  • Cuneo (1994/95) 17943,3
  • Cuneo (1995/96) 18105,0
  • Cuneo (1996/97) 19757,87

NoteModifica