Apri il menu principale

Romance of a Jewess

film del 1908 diretto da David W. Griffith
Romance of a Jewess
Titolo originaleRomance of a Jewess
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1908
Durata16 min. (1 rullo / 294 metri)
Dati tecniciB/N
rapporto: 1,33 : 1
film muto
Generedrammatico
RegiaDavid W. Griffith
SceneggiaturaDavid W. Griffith
Casa di produzioneAmerican Mutoscope & Biograph
FotografiaG.W. Bitzer
Interpreti e personaggi

Romance of a Jewess è un cortometraggio muto del 1908 scritto e diretto da David W. Griffith.

Il cortometraggio è uno dei primi film di soggetto ebraico. Dopo aver collaborato nel marzo 1908 come attore e sceneggiatore alla realizzazione di Old Isaac, the Pawnbroker di Wallace McCutcheon, il regista D.W. Griffith dedica ora egli stesso un proprio cortometraggio alla vita degli immigranti ebrei a New York. Molte delle scene del film furono effettivamente girate nel quartiere ebraico di New York con una cinepresa nascosta. Il film ha un cast di tutto rilievo: Florence Lawrence, George Gebhardt, e la piccola Gladys Egan. Griffith tornerà ancora a visitare un soggetto ebraico due anni dopo in A Child of the Ghetto (1910). In tutti questi cortometraggi colpisce l'approccio simpatetico e l'assenza di elementi stereotipati antisemiti.[1]

TramaModifica

La madre di Ruth Simonson prima di morire dona alla giovane figlia un medaglione perché lo porti sempre con sé in suo ricordo. La giovane vive con il padre che ha un banco di pegni: la sua natura benevola e le numerose azioni di beneficenza lo hanno reso caro a tutti nel quartiere ebraico. Quando tuttavia il padre propone alla figlia un matrimonio con un ricco pretendente, Ruth rifiuta a costo di essere disconosciuta dal padre, perché il suo cuore è legato a Sol Bimberg, proprietario di un piccola libreria. Sette anni dopo la piccola famiglia, cresciuta da una bambina, vive felicemente, quando una caduta da una scala provoca la morte di Sol. Ruth, provata dalla perdita del marito e dalla miseria, si ammala e disperata è costretta a mandare la bambina al monte dei pegni con il medaglione ereditato dalla madre, per comprare qualcosa da mangiare. Il vecchio Simonson riconosce il medaglione e subito il suo cuore si impietosisce: va con la bambina alla soffitta, dove arriva giusto in tempo per riconciliarsi con la figlia prima della morte di lei. Schiacciato e affranto dal dolore, il vecchio stringe a sé la nipotina, della quale d'ora in poi si prenderà cura amorevole.[2]

ProduzioneModifica

DistribuzioneModifica

Distribuito dalla American Mutoscope & Biograph, il film - un cortometraggio di circa sedici minuti - uscì nelle sale il 23 ottobre 1908. La pellicola è stata riversata in DVD da una copia in 16 mm conservata negli archivi della Library of Congress. In un'antologia dedicata a Griffith, D.W. Griffith, Director - Volume 1 (1908-1909), il cortometraggio - insieme ad altri dieci film - è stato distribuito nel 2003 dalla Grapevine[3]. Gli 11 film sono tutti con sottotitoli in inglese ed erano già usciti in VHS nel 1990.

Data di uscitaModifica

Silent Era Video DVD

  • USA 23 ottobre 1908
  • USA 1990 VHS
  • USA 2003 DVD

NoteModifica

BibliografiaModifica

  • (FR) Jean-Loup Passek et Patrick Brion, D.W. Griffith - Le Cinéma, Cinéma/Pluriel - Centre Georges Pompidou, 1982 - ISBN 2864250357 - Pag. 96
  • (EN) Patricia Erens, The Jew in American Cinema, Indiana University Press, 1984.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica