Scheelite

minerale
Scheelite
Scheelite-qg05a.jpg
Classificazione Strunz7.GA.05
Formula chimicaCaWO4
Proprietà cristallografiche
Gruppo cristallinodimetrico
Sistema cristallinotetragonale
Classe di simmetriabipiramidale tetragonale
Gruppo puntuale4/m
Gruppo spazialeI 41/a
Proprietà fisiche
Densità5,9 - 6,1 g/cm³
Durezza (Mohs)5,5
Colorebianco-giallo cera
Lucentezzacerosa
Si invita a seguire lo schema di Modello di voce – Minerale

La scheelite è un minerale utile per l'estrazione del tungsteno (74W). Questo metallo viene utilizzato per la fabbricazione di lampadine (che contengono un filamento di tungsteno) e per acciai speciali.

Fu scoperta nel 1751 dallo svedese Axel Fredrik Cronstedt, che la chiamò tungsten (che significa "pietra pesante" in svedese). Trent'anni dopo Carl Wilhelm Scheele accertò che da tale minerale poteva essere estratto un metallo chiamato poi, da tungsten, tungsteno.

MorfologiaModifica

È un minerale litoide, dal peso specifico elevato e dall'intensa fluorescenza bianca all'ultravioletto (254 nm).

Origine e giacituraModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Mineralogia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mineralogia