Apri il menu principale

Foresta di Teutoburgo

catena montuosa tedesca
(Reindirizzamento da Selva di Teutoburgo)

Coordinate: 51°53′44″N 8°48′49″E / 51.895556°N 8.813611°E51.895556; 8.813611

Vista della foresta di Teutoburgo
Le Externsteine (vista dal lago)

La foresta di Teutoburgo è situata nei länder di Bassa Sassonia e Renania Settentrionale-Vestfalia. È indicata come il luogo dove avvenne la battaglia della foresta di Teutoburgo, nel 9 d.C., che vide le legioni romane opposte ai barbari germanici. Fino alla fine del XIX secolo le montagne e le foreste della regione erano conosciute come Osning; ancora oggi la parte che si trova a sud-est della città di Bielefeld mantiene questo nome.

Indice

GeografiaModifica

 
La formazione rocciosa delle Externsteine
 
Ragazza accovacciata

La foresta di Teutoburgo è l'estensione nord della pianura centrale europea, e si estende a est verso il fiume Weser, a sud dalla città di Osnabrück e sud-est fino a Paderborn, per una lunghezza complessiva di circa 100 chilometri.

La foresta è tagliata da una grande valle, dove si trova la città di Bielefeld. Fatta eccezione per una piccola parte a sud di Osnabrück, che appartiene al land della Bassa Sassonia, quasi tutta la foresta è situata nel Land della Renania Settentrionale-Vestfalia.

Il punto più elevato è il Velmerstot (468 m) (a sud di Horn-Bad Meinberg). Nella parte settentrionale della foresta, il punto più alto è il Dörenberg (331 m) (a nord di Bad Iburg).

Il fiume Ems ha la sua sorgente nella parte meridionale della foresta.

Luoghi d'interesseModifica

 
Il monumento ad Arminio

Oggetto d'interesse delle escursioni nella foresta di Teutoburgo sono, in particolare, il monumento ad Arminio, l'Hermannsdenkmal, e le conformazioni rocciose denominate Externsteine.

L'Hermannsdenkmal fu costruito tra il 1838 e il 1875 per il volere di Ernst von Bandel, in memoria di un capo-tribù germanico di nome Arminius[1], che guidò le sue truppe alla vittoria nella battaglia contro le legioni romane guidate da Publio Quintilio Varo nel 9 d.C.

Un'altra attrazione turistica è la cosiddetta "ragazza accovacciata", o hockendes Weib, curiosa struttura litica dalle sembianze antropomorfe.

NoteModifica

  1. ^ Capo del popolo dei Cherusci

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN239889993 · LCCN (ENsh85134237 · GND (DE4059592-4 · WorldCat Identities (EN239889993