Apri il menu principale
Serie A1
SportBaseball pictogram.svg Baseball
Tiposquadre di club
FederazioneFIBS
PaeseItalia Italia
San Marino San Marino
ContinenteBandiera d'Europa Europa
TitoloCampione d'Italia
Cadenzaannuale
Aperturaaprile
Chiusuraagosto/settembre
Partecipanti8 squadre
FormulaGirone all'italiana con play-off
Sito Internethttp://www.fibs.it
Storia
Fondazione1948
DetentoreFortitudo Bologna
Edizione in corsoSerie A1 2019 (baseball)
Scudetto.svg
Trofeo o riconoscimento

La Serie A1 è il massimo campionato italiano di baseball. È stata istituita nel 2007 con il nome di Italian Baseball League in previsione del raggiungimento del professionismo in Italia, avvenuto nell'anno 2010 grazie al contributo della Major League Baseball. A partire dal 2018 è stata reintrodotta la vecchia denominazione di Serie A1.[1]

Indice

StoriaModifica

 
Il logo utilizzato quando la serie era denominata Italian Baseball League

La IBL venne creata nel 2007 per sostituire la vecchia Serie A1 (categoria attiva dal 1948) in vista dell'attuazione del professionismo e delle franchigie, avvenuto a partire dal campionato Italian Baseball League 2010.

Nel 2018 la denominazione è stata cambiata nuovamente in Serie A1.[1]

Il sistema a franchigiaModifica

Nel 2010 la IBL ha effettuato il primo passo verso il professionismo[2] introducendo il cosiddetto sistema a franchigia[3] che non prevede retrocessioni ma l'assegnazione del primo titolo di campione d'Italia di baseball professionistico, la Italian Baseball League 2010. Otto squadre strutturate a franchigia con una squadra in I divisione e l'altra in II divisione. Le due squadre di ogni franchigia potranno scambiarsi i giocatori liberamente durante la stagione[4].

Le otto società della IBL, nello scegliere la società da affiliare alla franchigia, si sono prevalentemente rivolte a squadre di Serie B (solo tre team, Verona, Riccione e Latina nel 2009 avevano militato in A2), pertanto il campionato nazionale dilettantistico di serie A federale, che assegna anch'esso uno scudetto e non prevede quindi promozioni in IBL, ha assunto una maggiore rilevanza, stante che molte squadre della A2 2009 hanno rifiutato l'invito delle otto big per schierarsi ai nastri nella nuova serie A[5].

Partecipanti 2019Modifica

Città Squadra I
Bologna UnipolSai Bologna
Nettuno Nettuno Baseball City
Godo Godo Baseball
Castenaso Castenaso Baseball
Parma Parma Baseball
San Marino T&A San Marino
Redipuglia Rangers Redipuglia

Nel 2019 la A1 si disputa con una formula a 7 squadre a causa del ritiro forzato del Rimini baseball[6] . Si disputeranno due partite a settimana nel 2019 con l'obbligo nella seconda sfida di schierare il lanciatore di formazione italiana e almeno quattro giocatori di formazione italiana nell'ordine di battuta. Le prime quattro si qualificano in semifinale e la finale (Italian Baseball Series) sarà una serie al meglio delle cinque partite. La squadra ultima classificata sarà retrocessa in Serie A2 Baseball 2020.

Albo d'oroModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Albo d'oro del campionato italiano di baseball.
Edizione Campione d'Italia
1998 Caffè Danesi Nettuno
1999 Semenzato Rimini
2000 Semenzato Rimini
2001 Caffè Danesi Nettuno
2002 Semenzato Rimini
2003 Italeri Bologna
2004 Prink Grosseto
2005 Italeri Bologna
2006 Telemarket Rimini
2007 Montepaschi Grosseto
2008 T&A San Marino
2009 UGF Banca Bologna
2010 Cariparma
2011 T&A San Marino
2012 T&A San Marino
2013 T&A San Marino
2014 UnipolSai Bologna
2015 Rimini
2016 UnipolSai Bologna
2017 Rimini
2018 UnipolSai Bologna

NoteModifica

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Baseball: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di baseball