Apri il menu principale

1leftarrow blue.svgVoce principale: Palmi.

Sindaco di Palmi
Palmi-Stemma.png
StatoItalia Italia
OrganizzazioneGiunta comunale di Palmi
In caricaGiuseppe Ranuccio (Lista civica di centro-sinistra)
da21 giugno 2016
Eletto daCittadini di Palmi
Ultima elezione11, 27 giugno 2017
Prossima elezione2022
Durata mandato5 anni
SedePalazzo San Nicola
IndirizzoPiazza Municipio
Sito webhttp://www.comune.palmi.rc.it/

Cronotassi completa dei sindaci di Palmi dal 1808 ad oggi, elencando anche i sindaci conosciuti del periodo antecedente al 1808.

Il vecchio palazzo comunale, danneggiato dal terremoto del 1908.
Palazzo San Nicola, attuale sede comunale.

Cronotassi dei sindaciModifica

Regno di NapoliModifica

Di seguito viene proposta la lista dei più antichi sindaci di Palmi di cui si abbia memoria. Durante il periodo feudale dal 1745 al 1801 i sindaci furono rilevati tra i nobili e i popolani "grassi". Ogni sindaco era coadiuvato da un eletto.

  • 1713: Giuseppe Antonio Lacquaniti, Pietro Merone, Nicola Grassi, Francesco Antonio Lupari (sindaci).[1]
  • 1740: Giuseppe Antonio Lacquaniti (sindaco).[1]
  • 1745: Michele Cordiano, Francesco Mirarchi, Giovanni Battista Franco (deputati dei nobili).[2]
  • 1748: Giovanni Battista Candiloro (sindaco).[3]
  • 1759: Amato Grio, Giuseppe Antonio Bagalà (sindaci).[4]
  • 1773: Pasquale Saffioti, Bruno Calogero (sindaci), Pietro Lipari (eletto).[5]
  • 1776: Crescienzio Barbato (sindaco).[6]
  • 1779: Giuseppe Morabito (sindaco).[7]
  • 1781: Ignazio Montepaldo, Pietro Bagalà (sindaci).[8]
  • 1781: Gaetano Soriano (sindaco).[9]
  • 1796: Francesco Antonio Calogero (sindaco dei nobili), Innocenzo Calogero, (sindaco del popolo) Giuseppe Sandulli (eletto dei nobili).[10]
  • 1798: Gaetano Suriano (sindaco).[11]
  • 1801: Pasquale Grassi (sindaco dei nobili).[12]

Periodo napoleonico 1806-1815Modifica

A norma delle disposizioni contenute nel libro I, tit. 2 del Codice Napoleonico, e del prescritto nel Real Decreto del 29 ottobre 1808, questi sono i sindaci Uffiziali di Stato Civile dell'Universitas di Palmi:

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
1808 1810 Francesco Antonio Calogero sindaco
1810 1811 Domenico Bagalà sindaco
1811 1813 Giosafatto Mauro sindaco
1813 1815 Ferdinando Saffioti sindaco
1815 1815 Pasquale Serrao sindaco
1815 1817 Francesco Maria Parpagliolo sindaco

Regno delle Due Sicilie (1816-1861)Modifica

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
1817 1818 Pasquale Saffioti sindaco
1818 1821 Vincenzo Rossi sindaco
1821 1821 Giovanni Giuseppe Serrao sindaco
1821 1827 Francesco Maria Parpagliolo sindaco
1827 1831 Gaetano Cotronei sindaco
1831 1833 Francesco Maria Parpagliolo sindaco
1833 1834 Domenico Coscinà sindaco
1834 1836 Giosafatto Mauro sindaco
1836 1838 Domenico Saffioti sindaco
1838 1840 Gaetano Cotronei sindaco
1840 1841 Gaetano Suriano sindaco
1841 1845 Domenico Porco sindaco
1845 1849 Gaetano Cotronei sindaco
1849 1851 Domenico Coscinà sindaco
1851 1855 Pietro Apostolo Serrao sindaco
1855 1856 Cesare Impiombato sindaco
1856 1859 Pasquale Mauro sindaco
1859 1860 Guglielmo Romeo Baldari sindaco
1860 1865 Filippo Oliva sindaco [13]

Regno d'Italia (1861-1946)Modifica

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
1865 1866 Francesco Migliorini sindaco
1866 1867 Francesco Migliorini Cavallaro sindaco
1867 1870 Vincenzo Augimeri sindaco
1870 1873 Casimiro Coscinà sindaco
1873 1876 Pasquale Suriano sindaco
1876 1876 Nicola Rossi sindaco
1876 1876 Diodato Leardi regio commissario straordinario
1876 1878 Rosario Salvo regio delegato straordinario
1878 1882 Pasquale Suriano sindaco
1882 1883 Francesco Silvestri sindaco
1883 1884 Nicola Marcone regio delegato straordinario
1884 1889 Pasquale Suriano sindaco
1890 1890 Nicola Marcone regio commissario
1890 1892 Orazio Giffone sindaco
1892 1893 Giovanni Bovi sindaco
1893 1893 Giuseppe Carbone regio commissario straordinario
1893 1895 Vincenzo Colarusso sindaco
1895 1895 Decio Tabanelli regio commissario straordinario
1895 1896 Pasquale Grassi sindaco
1896 1897 Domenico Di Gennaro sindaco
1897 1897 Giulio Cesare Pompari regio commissario
1897 1900 Francesco Cardopatri sindaco
1900 1900 Angiolino Levi Cavitelli regio commissario
1900 1902 Felice Bagalà sindaco
1902 1902 Giuseppe Rogges commissario prefettizio
1902 1903 Ercole Mellony regio commissario
1903 1905 Domenico Suriano sindaco
1905 1906 Domenico Di Gennaro sindaco
1906 1907 Achille Biondi regio commissario
1907 1909 Domenico Suriano sindaco
1909 1909 Italo Pio commissario prefettizio
1909 1911 Luigi Cordopatri sindaco
1911 1911 Giuseppe Fusco commissario prefettizio
1911 1913 Giovanni Bovi sindaco
1913 1913 Edgardo Gullotta commissario prefettizio
1913 1914 Giovanni Tafuri regio commissario
1914 1915 Emilio Saverini regio commissario
1915 1916 Francesco Lopresti sindaco
1916 1917 Giovanni Di Giorgi commissario prefettizio
1917 1918 Arnaldo De Simone regio commissario
1918 1919 Pasquale Antignano regio commissario
1919 1919 Vincenzo Pirrottina commissario prefettizio
1919 1919 Gaetano Barbaro commissario prefettizio
1919 1919 Pasquale Antignano regio commissario
1919 1920 Antonio Teresi regio commissario
1920 1923 Michele Guardata podestà
1923 1927 Giuseppe Sigillò commissario prefettizio
1927 1930 Domenico Suriano podestà
1930 1935 Vincenzo Silipigni podestà
1935 1935 Vincenzo Silipigni commissario prefettizio
1935 1935 Francesco Loiercio commissario prefettizio
1935 1935 Luigi Lacquaniti commissario prefettizio
1935 1939 Francesco Loiercio podestà
1939 1939 Gaetano Barbagallo commissario prefettizio
1939 1939 Rodolfo Rotolo commissario prefettizio
1939 1942 Francesco Bagalà podestà
1942 1943 Michele Fimmanò podestà
1943 1944 Domenico Guardata podestà
1944 1946 Francesco Carbone podestà

Repubblica Italiana (dal 1946)Modifica

Sindaci eletti dal consiglio comunale (1946-1994)Modifica

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
1946 1952 Francesco Carbone PSI sindaco Maggioranza PSI-PCI.
1952 1956 Francesco Carbone PSI sindaco Maggioranza PSI-PCI.[14][15]
1956 1960 Francesco Arena DC sindaco Maggioranza DC-MSI.[16]
1960 1962 Francesco Carbone PSI sindaco Maggioranza PSI-PCI.[17]
1962 1962 Giuseppe Marazzita PSI sindaco Maggioranza PSI-PCI.[18]
1962 1964 Trento Castagna - commissario prefettizio
1964 1968 Bruno Bagalà DC sindaco Maggioranza DC-PSI.[19]
1968 1969 Bruno Bagalà DC sindaco Maggioranza DC-PLI.[20]
1969 1975 Bruno Bagalà DC sindaco Maggioranza DC-PSI-PCI.[21]
1975 1975 Letterio Bellitti - commissario prefettizio
1975 1979 Antonino Pirrottina DC sindaco Maggioranza DC-PSI-PCI-PRI.[22]
1979 1979 Marino Salvatore - commissario prefettizio
1979 1980 Rocco Managò PSI sindaco Maggioranza PSI-Lista civica Scoglio dell'Ulivo[23] (astensione DC).[24]
1980 1981 Santo Surace DC sindaco Maggioranza DC-PSDI-PRI-IS[25]-Lista civica Fontana.[26]
1981 1983 Gaetano Baietta PSI sindaco Maggioranza DC-PSI.[27]
1983 1984 Domenico Ferraro DC sindaco Maggioranza DC-PRI.[28]
1984 1985 Francesco Barone DC sindaco Maggioranza DC-PRI.[29]
1985 1985 Mario Cangemi - commissario prefettizio
1985 1991 Gaetano Baietta PSI sindaco Maggioranza PSI-PCI-PSDI.[30]
1991 1994 Domenico Alvaro DC sindaco Maggioranza DC-PRI-PLI (Appoggio esterno del PSDI).[31]
1994 1994 Vittorio Panzera commissario prefettizio

Sindaci a elezione diretta (dal 1994)Modifica

Immagine Nome Mandato Partito Coalizione
Inizio Fine
1   Armando Veneto 12 giugno 1994 24 maggio 1998 Partito Popolare Italiano Partito Popolare Italiano[32]
24 maggio 1998 13 febbraio 2001 PPICiviche
  Anna Aida Bruzzese 13 febbraio 2001 13 maggio 2001 Commissario prefettizio Giunta commissariata
2   Bruno Galletta 13 maggio 2001 29 dicembre 2001[33] Forza Italia Casa delle Libertà
(FIANCCDNPSICiviche)
  Luisa Latella 29 dicembre 2001 25 maggio 2003 Commissario prefettizio Giunta commissariata
3   Antonino Parisi 25 maggio 2003 23 gennaio 2007[34] UDEUR UDEURSDIPdCIPRC
  Domenico Bagnato 23 gennaio 2007 27 maggio 2007 Commissario prefettizio Giunta commissariata
4   Ennio Gaudio 27 maggio 2007 22 agosto 2011[35] Alleanza Nazionale ANCiviche
  Antonia Bellomo 29 agosto 2011 6 maggio 2012 Commissario prefettizio[36] Giunta commissariata
5   Giovanni Barone 6 maggio 2012 11 giugno 2017 Unione di Centro PdLUdCCiviche
6   Giuseppe Ranuccio 11 giugno 2017 in carica Lista Ranuccio Sindaco Liste civiche

NoteModifica

  1. ^ a b De Salvo, pag. 238.
  2. ^ ASN Catasto Onciario, vol. 6244
  3. ^ Cart. S 425-6 fasc. IV
  4. ^ Cart. C 138-82 fasc. XIX
  5. ^ Archivio Segreto Vaticano, segr. Brevi.
  6. ^ Cart. M 319-65 fasc. V
  7. ^ Cart. F 139-9 fasc. XI
  8. ^ Cart. U 479-10 fasc. XI
  9. ^ Cart. S 439-24 fasc. XIII
  10. ^ Cart. L 248-13 fasc. XII
  11. ^ Cart. Z 494-4 fasc. XVI
  12. ^ Cart. F 184-20 fasc. VII
  13. ^ Filippo Oliva, essendo il sindaco in carica al momento dell'unità d'Italia è stato, pertanto, anche il primo sindaco del Regno d'Italia
  14. ^ Fiducia votata da 20 consiglieri comunali su 29.
  15. ^ Gazzetta del Sud, 13 giugno 1952, pag. 5.
  16. ^ Gazzetta del Sud, 19 giugno 1956, pag. 5.
  17. ^ Gazzetta del Sud, 24 dicembre 1960, pag. 5.
  18. ^ Gazzetta del Sud, 5 luglio 1962, pag. 5.
  19. ^ Gazzetta del Sud, 24 gennaio 1964, pag. 5.
  20. ^ Gazzetta del Sud, 8 febbraio 1968, pag. 5.
  21. ^ Gazzetta del Sud, 7 febbraio 1969, pag. 6.
  22. ^ Gazzetta del Sud, 7 settembre 1975, pag. 5.
  23. ^ 1 consigliere
  24. ^ Gazzetta del Sud, 31 luglio 1979, pag. 5.
  25. ^ 1 consigliere.
  26. ^ Gazzetta del Sud, 6 maggio 1980, pag. 5.
  27. ^ Gazzetta del Sud, 19 marzo 1981, pag. 5.
  28. ^ Gazzetta del Sud, 15 luglio 1983, pag. 5.
  29. ^ Gazzetta del Sud, 28 novembre 1984, pag. 5.
  30. ^ Gazzetta del Sud, 13 novembre 1985, pag. 5.
  31. ^ Gazzetta del Sud, 18 giugno 1991, pag. 7.
  32. ^ Fiducia votata dai 12 consiglieri del PPI, da un consigliere del PDS, i due consiglieri di AN ed i due consiglieri della lista civica Insieme per Palmi.
  33. ^ Il Tribunale di Palmi, con sentenza del 2001, accolse il ricorso presentato da alcuni cittadini dichiarando la nullità dell'elezione del Galletta a sindaco del Comune di Palmi.
  34. ^ Scioglimento del C.C. a seguito di mozione di sfiducia nei confronti del sindaco, approvata con delibera n. 1 del 23 gennaio 2007, da 12 consiglieri su 20.
  35. ^ Scioglimento del C.C. a seguito di mozione di sfiducia nei confronti del sindaco, approvata con delibera n. 26 del 22 agosto 2011, da 12 consiglieri su 20.
  36. ^ Commissario dal 29 agosto 2011 (Gazzetta del Sud, 30 agosto 2011, pag. 34.

BibliografiaModifica

  • Anselmo Cosimo Leopardi, Novembre 1894: il Carmine di Palmi al centro di un evento storico, Polistena, Tipografia Marafioti, 1987.
  • Antonio De Salvo, Ricerche e studi storici intorno a Palmi, Seminara e Gioia Tauro, Napoli, Lopresti, 1889.

Voci correlateModifica