Apri il menu principale

Skeleton ai XXIII Giochi olimpici invernali - Singolo maschile

Bandiera olimpica Skeleton pictogram.svg
Singolo maschile
Pyeongchang 2018
Yun Sungbin Mens Skeleton 02.jpg
Il podio, con Yun Sung-bin (oro), Nikita Tregubov (argento) e Dom Parsons, (bronzo)
Informazioni generali
Luogo Daegwallyeong
Periodo 15 e 16 febbraio
Partecipanti 30 da 20 nazioni
Podio
Medaglia d'oro Yun Sung-bin Corea del Sud Corea del Sud
Medaglia d'argento Nikita Tregubov Atleti Olimpici dalla Russia Atleti Olimpici dalla Russia
Medaglia di bronzo Dom Parsons Gran Bretagna Gran Bretagna
Edizione precedente e successiva
Soči 2014 Pechino 2022

Nello skeleton ai XXIII Giochi olimpici invernali la gara del singolo maschile si è disputata nelle giornate del 15 e 16 febbraio nella località di Daegwallyeong sulla pista dell'Alpensia Sliding Centre.

Campione olimpico uscente era il russo Aleksandr Tret'jakov, vincitore nell'edizione di Soči 2014, davanti al lettone Martins Dukurs e allo statunitense Matthew Antoine.

Sistema di qualificazioneModifica

In base a quanto previsto dal regolamento di qualificazione ai Giochi, potevano partecipare alla competizione al massimo 30 skeletonisti suddivisi secondo le seguenti quote: 3 nazioni potevano schierare tre atleti, 6 nazioni potevano schierarne due e altre 5 potevano schierarne soltanto uno. I rimanenti posti erano riservati eventualmente ai continenti che non avevano atleti inclusi nella graduatoria dei primi 26 contendenti di cui sopra, inoltre veniva garantito un posto per un atleta sudcoreano, in qualità di nazione ospitante i Giochi. Tenendo conto di questo sistema di selezione, la quota degli atleti schierabili da ogni comitato olimpico nazionale venne calcolata in base alla graduatoria dell'IBSF Ranking (classifica a punti comprendente le gare di Coppa del Mondo, Coppa Intercontinentale, Coppa Europa e Coppa Nordamericana, con pesi differenti) al 14 gennaio 2018. Eventuali ulteriori posti avanzati potevano essere assegnati scorrendo il suddetto Ranking IBSF. La scelta degli atleti veri e propri era tuttavia a discrezione di ogni comitato nazionale, a patto che essi soddisfacessero determinati requisiti di partecipazione a gare internazionali disputatesi nella stagione pre-olimpica e sino al 14 gennaio 2018.[1]

Atleti qualificatiModifica

Il 22 gennaio 2018 la IBSF diramò i comunicati ufficiali in merito ai 30 atleti qualificati ai Giochi. La rappresentativa austriaca, che aveva qualificato due atleti, decise di portarne soltanto uno, pertanto la sua quota fu riassegnata alla Norvegia; allo stesso modo la Svizzera rifiutò la propria quota, che venne quindi assegnata a Israele.[2].
Differente invece era la situazione della squadra russa, che in base ai criteri di qualificazione aveva diritto a schierare tre atleti, ma poiché il CIO aveva squalificato il loro comitato olimpico a causa delle vicende relative al doping di Stato venute alla luce negli ultimi anni, la partecipazione degli atleti venne garantita, sotto le insegne olimpiche, a tutti coloro che avevano rispettato una serie di rigidi criteri e che risultarono al di sopra di qualunque sospetto doping da parte di una apposita commissione del CIO stesso[3][4]; conseguentemente a ciò, in data 28 gennaio 2018, il Comitato Olimpico Russo decise di portare in gara due soli atleti rinunciando a una quota, la quale venne poi riassegnata alla Giamaica.[5]

Record del tracciatoModifica

Prima della manifestazione i record del tracciato dell'Alpensia Sliding Centre erano i seguenti:

Partenza 4"61 Yun Sung-bin
  Corea del Sud
17 marzo 2017
Pista 50"64 Martins Dukurs
  Lettonia
17 marzo 2017

Durante la competizione sono stati battuti i seguenti record:[10]

Record Data Evento Atleta Nazione Tempo
Pista 15 febbraio manche 1 Yun Sung-bin   Corea del Sud 50"28
Partenza 15 febbraio manche 2 Yun Sung-bin   Corea del Sud 4"59
Pista 15 febbraio manche 2 Yun Sung-bin   Corea del Sud 50"07
Pista 16 febbraio manche 4 Yun Sung-bin   Corea del Sud 50"02

Classifica di garaModifica

Pos. Atleta Nazione 1ª manche 2ª manche 3ª manche 4ª manche Totale Distacco
01   Yun Sung-bin   Corea del Sud 50"28 50"07 50"18 50"02 (TR) 3'20"55
02   Nikita Tregubov   Atleti Olimpici dalla Russia 50"59 50"50 50"53 50"56 3'22"18 +1"63
03   Dom Parsons   Gran Bretagna 50"85 50"41 50"33 50"61 3'22"20 +1"65
04 4 Martins Dukurs   Lettonia 50"85 50"38 50"32 50"76 3'22"31 +1"76
05 5 Tomass Dukurs   Lettonia 50"88 50"58 50"65 50"63 3'22"74 +2"19
06 6 Kim Ji-soo   Corea del Sud 50"80 50"86 50"51 50"81 3'22"98 +2"43
07 7 Axel Jungk   Germania 50"77 51"01 50"83 50"99 3'23"60 +3"05
08 8 Christopher Grotheer   Germania 51"05 51"06 51"01 50"93 3'24"05 +3"50
09 9 Alexander Gassner   Germania 51"05 51"08 51"04 50"93 3'24"10 +3"55
10 10 Jerry Rice   Gran Bretagna 51"06 51"15 51"04 50"99 3'24"24 +3"69
11 11 Matt Antoine   Stati Uniti d'America 51"16 50"98 50"91 51"34 3'24"39 +3"84
12 12 Vladislav Heraskevyč   Ucraina 51"26 50"16 51"21 50"84 3'24"47 +3"92
13 13 Geng Wenqiang   Cina 51"51 50"87 51"18 51"09 3'24"65 +4"10
14 14 Rhys Thornbury   Nuova Zelanda 50"90 51"03 50"65 52"14 3'24"72 +4"17
15 15 Vladislav Marčenkov   Atleti Olimpici dalla Russia 51"27 51"49 51"05 51"37 3'25"18 +4"63
16 16 John Daly   Stati Uniti d'America 51"23 51"15 51"33 51"64 3'25"35 +4"80
17 17 Kevin Boyer   Canada 51"46 51"24 51"14 51"56 3'25"40 +4"85
18 18 Matthias Guggenberger   Austria 51"38 51"29 51"81 51"25 3'25"73 +5"18
19 19 John Farrow   Australia 51"64 51"31 51"40 51"53 3'25"88 +5"33
20 20 Alexander Henning Hanssen   Norvegia 51"44 51"51 51"37 51"37 3'25"89 +5"34
21 21 Dave Greszczyszyn   Canada 51"73 51"31 51"57 NQ 2'34"61 -
22 22 Hiroatsu Takahashi   Giappone 52"00 51"50 51"19 NQ 2'34"69 -
23 23 Ander Mirambell   Spagna 51"64 52"06 51"59 NQ 2'35"29 -
24 24 Barrett Martineau   Canada 51"94 51"76 51"70 NQ 2'35"40 -
25 25 Dorin Velicu   Romania 51"91 51"51 52"02 NQ 2'35"44 -
26 26 Katsuyuki Miyajima   Giappone 51"63 52"15 51"80 NQ 2'35"58 -
27 27 Joseph Luke Cecchini   Italia 51"88 51"80 51"96 NQ 2'35"64 -
28 28 Adam Edelman   Israele 52"48 52"43 52"35 NQ 2'37"26 -
29 29 Anthony Watson   Giamaica 53"13 54"31 53"57 NQ 2'40"52 -
30 30 Akwasi Frimpong   Ghana 53"97 54"46 53"69 NQ 2'42"12 -

Data: Giovedì 15 febbraio 2018
Ora locale 1ª manche: 10:00
Ora locale 2ª manche: 12:25
Data: Venerdì 16 febbraio 2018
Ora locale 3ª manche: 9:30
Ora locale 4ª manche: 12:10
Pista: Alpensia Sliding Centre

Legenda:

  • NQ = non qualificato per la quarta manche
  • DNS = non partito (did not start)
  • DNF = prova non completata (did not finish)
  • DSQ = squalificato (disqualified)
  • Pos. = posizione
  • in grassetto: miglior tempo di manche

NoteModifica

  1. ^ (EN) Qualification system for the XXIII Olympic Winter Games Pyeongchang 2018 - Skeleton (PDF), su ibsf.org, IBSF, 17 maggio 2016. URL consultato il 22 gennaio 2018 (archiviato il 7 novembre 2017).
  2. ^ (EN) XXIII Olympic Winter Games PyeongChang 2018 - Skeleton - Participation (PDF), su ibsf.org, IBSF, 22 gennaio 2018. URL consultato il 22 gennaio 2018 (archiviato il 22 gennaio 2018).
  3. ^ (EN) Olympic Athlete from Russia (OAR) invitation review panel discusses objectives and methodology (Comitato Olimpico Internazionale), 15 dicembre 2017. URL consultato il 27 gennaio 2018 (archiviato il 23 dicembre 2017).
  4. ^ (EN) Olympic Athlete from Russia (OAR) invitation review panel releases list of information used as part of its deliberations (Comitato Olimpico Internazionale), 25 gennaio 2018. URL consultato il 27 gennaio 2018 (archiviato il 26 gennaio 2018).
  5. ^ (EN) XXIII Olympic Winter Games PyeongChang 2018 - Skeleton - Participation (PDF), su ibsf.org, IBSF, 28 gennaio 2018.
  6. ^ Unica rappresentativa per il continente Africano.
  7. ^ quota proveniente dal rifiuto dell'Austria per una quota.
  8. ^ quota proveniente dal rifiuto della Svizzera.
  9. ^ quota proveniente dal rifiuto della Russia per una quota.
  10. ^ (EN) Skeleton - Men - Records as of Sat 17 Feb 2018 (PDF), su pyeongchang2018.com, PyeongChang2018. URL consultato il 16 febbraio 2018.

Collegamenti esterniModifica