Apri il menu principale

Stadio Carlo Pedroli

impianto sportivo della città italiana di Verbania
Stadio Carlo Pedroli
Stadio dei Pini
Stadio Carlo Pedroli 3-big.jpg
Informazioni
StatoItalia Italia
UbicazioneVia Arturo Farinelli, 10
28921 Verbania-Intra
Inizio lavori1930
Inaugurazione1932
StrutturaPianta rettangolare
CoperturaTribuna
Mat. del terrenoErba sintetica
Dim. del terreno105 x 68,5 m
ProprietarioComune di Verbania
GestoreAssociazione Sportiva Dilettantistica Calcio Verbania
ProgettoPaolo Vietti Violi
Uso e beneficiari
CalcioVerbania Sportiva (1945-1959)
Verbania (1959-2015)
Giallo rosso blu su sfondo bianco.svg Virtus Verbania (2015-2016)
600px White background horizontal HEX-00377A HEX-FBBB00 HEX-C10010.svg ASDC Verbania (2016-oggi)
600px Nero.svg Sinergy Verbania (2016-2017)
600px White background horizontal HEX-00377A HEX-FBBB00 HEX-C10010.svg Città di Verbania (2017-2018)
Capienza
Posti a sedere3 000
Mappa di localizzazione

Coordinate: 45°56′34.22″N 8°33′32.04″E / 45.94284°N 8.5589°E45.94284; 8.5589

Lo stadio Carlo Pedroli è uno stadio ubicato nella città italiana di Verbania.

Maggiore arena scoperta del comune di appartenenza, dal 2016 è la sede delle partite interne dell'Associazione Sportiva Dilettantistica Calcio Verbania. Ha ospitato fino al 1959 le partite casalinghe del Verbania Sportiva e, dal 1959 al 2016, le partite interne del Verbania, principale club calcistico locale. Ha anche ospitato dal 2016 al 2017 le partite interne della Sinergy Verbania e, dal 2017 al 2018, quelle del Città di Verbania.

Indice

StoriaModifica

Il primo campo di calcio in cui l'U.S. Intrese disputò i suoi campionati fu quello di via Monterosso, inaugurato il 18 gennaio 1920 con il taglio del nastro effettuato dalla madrina Maria Angiolini. Il regime fascista, cultore della forma fisica, attraverso il CONI incentivava la costruzione di nuovi stadi. Nel 1928 il sottosegretario e presidente della FIGC on. Leandro Arpinati impartì le direttive per i nuovi stadi, subito recepite dal podestà di Intra Riccardo Lucini, che sollecitò la costruzione di un nuovo campo sportivo proporzionato all'importanza della città, essendo quello esistente su proprietà privata non abbastanza vasto.[1]

Lucini individuò un'ampia area verde verso Renco, vicina al cimitero di Intra, per la costruzione dello stadio. Questa soluzione fu osteggiata da una parte dell'opinione pubblica (in special modo dai proprietari dei terreni da espropriare), che riteneva più utile destinare l'area a usi residenziali e proponeva di costruire il nuovo stadio lungo l'argine destro del torrente San Bernardino. Dopo vari ricorsi al prefetto, il podestà Lucini riuscì a imporre la propria proposta e la delibera per l'acquisto del terreno portò la data dell'8 febbraio 1930.

All'inizio del 1931 cominciò la costruzione del nuovo Stadio del Littorio, su progetto dell'architetto milanese Paolo Vietti Violi (già autore delle tribune di San Siro e dello stadio di Genova, e dei più famosi ippodromi italiani). La costruzione venne appaltata all'impresa di Carlo Girolzini e per la spianata del terreno vennero asportati circa 33500 metri cubi di terra. Il nuovo stadio venne inaugurato il 13 novembre 1932 alla presenza di Renato Ricci, capo della Gioventù d'Italia e uno dei gerarchi più in vista del Fascismo. Al termine dell'inaugurazione venne giocato l'incontro di Prima Divisione Intra - Monza, vinto dai lacuali per 2-0.

Durante la permanenza in Serie C del Verbania Calcio lo stadio, nel frattempo rinominato Campo sportivo comunale o “Stadio dei Pini”, fu dotato di nuove tribune e di una curva in ferro, che furono rimosse nei primi anni ottanta.

 
Lo Stadio Carlo Pedroli ancora con erba naturale

Il 2 maggio 2009 l'Amministrazione Comunale di Verbania intitolò lo stadio cittadino alla memoria di Carlo Pedroli[2], direttore sportivo e anima della società per più di venticinque anni.

Nell'estate del 2012 il Comune di Verbania autorizza l'inizio di alcuni lavori di riqualificazione[3] dell'impianto sportivo. Vengono realizzate delle nuove recinzioni[4], come richiesto dalla Lega Nazionale Dilettanti[5], e viene sostituito interamente il terreno di gioco con un nuovo tipo di erba denominata Power Grass[6], un misto naturale-sintetico[7].

Tale ultimo intervento, non essendo stato accompagnato da collaudi a norma di legge, ha causato problematiche negli anni successivi: lo stadio è stato infatti più volte giudicato non idoneo alla pratica agonistica dalla commissione impianti della FIGC, mettendo a repentaglio la regolare iscrizione ai campionati delle società cittadine beneficiarie dello stesso. Tale situazione è stata via via risolta mediante l'irrogazione di deroghe normative ad hoc[8]. In relazione a quanto sopra, il Comune di Verbania nel 2015 accusò la maggior società calcistica cittadina di aver proceduto agli interventi di cui sopra in modo non conforme alle procedure legali e beneficiando di autorizzazioni concesse in modo irrituale. Sempre a detta del municipio, il club avrebbe al contempo omesso di pagare regolarmente canoni e bollette, nonché di praticare all'impianto la regolare manutenzione minima[9].

Dall'estate 2016 l'impianto è tornato in gestione esclusiva all'amministrazione comunale verbanese; contestualmente, a seguito della cessazione delle attività dello "storico" Verbania Calcio, al Pedroli hanno preso a giocare le società dilettantistiche ASD Calcio Verbania (già Virtus Cusio e poi Virtus Verbania) e ASD Città di Verbania (già Inter Farmaci Verbania, poi dissoltasi nel 2018), ciascuna delle quali ha rivendicato continuità con la tradizione sportiva biancocerchiata.

CronologiaModifica

  • 1931: iniziano i lavori di costruzione dello stadio.
  • 1932: lo stadio viene inaugurato.
  • 2009: lo stadio viene intitolato a Carlo Pedroli.[2]
  • 2012: lavori di ammodernamento[3] e sostituzione del manto erboso in erba sintetica mista.[7]

NoteModifica

  1. ^ Verbania città nuova dalla storia antica. vol III: le persone / Mario Bertolo. - Novara, 1988. - 391 p., ill., 24 cm
  2. ^ a b Giunta comunale Delibera Comunale, Stadio Comunale Dei Pini di Via Farinelli: Intitolazione a nome di Carlo Pedroli[collegamento interrotto], Comune di Verbania, 16 aprile 2009. URL consultato il 20 dicembre 2009.
  3. ^ a b Verbale di Deliberazione di Giunta Comunale (PDF), Comune di Verbania, 9 luglio 2012. URL consultato il 3 gennaio 2013.
  4. ^ Le storie: lo Stadio di Verbania da ieri ad oggi, Vco Azzurra TV, 4 ottobre 2012. URL consultato il 3 gennaio 2013.
  5. ^ Interventi allo Stadio Pedroli[collegamento interrotto], http://www.verbaniamilleventi.org, 27 settembre 2012. URL consultato il 3 gennaio 2013.
  6. ^ http://www.glispecialistidelverde.it, 2012, http://www.glispecialistidelverde.it/powergrass.asp. URL consultato il 3 gennaio 2013.
  7. ^ a b http://www.verbanianotizie.it, 27 settembre 2012, http://www.verbanianotizie.it/?n=4150. URL consultato il 3 gennaio 2013.
  8. ^ Stadio Pedroli: manca l'omologazione, campionati a rischio - verbanonews.it, 21 lug 2017
  9. ^ “Il Verbania calcio ha disonorato la città e la sua storia” - verbano24.it, 29 lug 2015

Voci correlateModifica