Apri il menu principale

Venti anni dopo

film del 1938 diretto da John G. Blystone
(Reindirizzamento da Stanlio & Ollio teste dure)
Venti anni dopo
-Stanlio e Ollio teste dure-
Titolo originaleBlock-Heads
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1938
Durata58 min (78 min con il prologo di Pie-Eyed)
Dati tecniciB/N - (colorizzato senza il prologo nel 1991)
Generecomico
RegiaJohn G. Blystone
SceneggiaturaFelix Adler, Arnold Belgard, Harry Langdon, James Parrott, Charley Rogers
ProduttoreHal Roach
FotografiaArt Lloyd
MontaggioBert Jordan
Effetti specialiRoy Seawright
MusicheMarvin Hatley
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Venti anni dopo (o Vent'anni dopo), conosciuto anche come Stanlio e Ollio teste dure (Block-Heads), è un film del 1938 diretto da John G. Blystone, prodotto da Hal Roach e interpretato da Stan Laurel e Oliver Hardy. Considerato uno dei film più riusciti della coppia.

In Italia il film è uscito alla fine degli anni quaranta, ed è conosciuto anche con il titolo Teste dure, nome usato per una riedizione del film nel 1967, comprendente anche un corto di Stan Laurel del 1925, Pie-Eyed, dalla durata di circa 20 minuti. Senza il corto di Laurel, oggi il film circola con entrambi i titoli.

TramaModifica

Nel 1918, durante la Prima Guerra Mondiale, Stanlio e Ollio sono in trincea insieme finché il loro contingente parte ed a Stanlio viene affidato il compito di fare la guardia alla postazione. Arrivando nel 1938, esattamente vent'anni dopo, Ollio è felicemente sposato da un anno mentre Stanlio è rimasto ancora in trincea senza che nessuno gli abbia detto che la guerra è finita, fino a quando un pilota di passaggio lo avverte e viene così rimpatriato. La notizia rimbalza sui giornali e così anche Ollio sa del ritorno del suo amico. Stanlio e Ollio si ritrovano alla Casa del Soldato e vanno a casa di quest'ultimo per una rimpatriata assieme alla moglie. Ma la donna non è affatto d'accordo della cosa anche perché arrabbiata del ritardo del marito. È il primo grosso problema che si crea durante la giornata. Stanlio riesce a creargli tanti guai da finire persino nell'ira del vicino di casa che trova la moglie nel baule di Ollio: a loro rimane solo la fuga.

ProduzioneModifica

Per le scene dell'incontro fra i due protagonisti, venne scelto il Veteran Hospital Grounds (oggi West Los Angeles Medical Center) di Beverly Hills, lungo la Wiltshire Boulevard e la Ohio Avenue.

Per le scene finali della fuga vennero girate dinanzi all'odierno immobile situato al 2914 West 8th Street di Los Angeles.

Il resto della pellicola venne girata negli Hal Roach Studios.

PremiModifica

Il film ha concorso per l'Oscar alla migliore colonna sonora originale, opera di Marvin Hatley, nell'edizione 1939, senza vincere. Alcune fonti riportano erroneamente che il film ottenne una nomination per il montaggio.

CuriositàModifica

  • È, in parte, un remake di Non abituati come siamo (1929), il primo film sonoro di Stanlio e Ollio.
  • La versione con il prologo è rintracciabile nelle vecchie VHS.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema