Stato libero di Brunswick

Stato libero di Brunswick
Stato libero di Brunswick – BandieraStato libero di Brunswick - Stemma
Brunswick in the German Reich (1925).svg
Dati amministrativi
Nome ufficialeFreistaat Braunschweig
Lingue parlatetedesco
CapitaleBraunschweig
Politica
Forma di governoducato
Nascita1918 con Sepp Oerter
CausaCrollo della monarchia tedesca
Fine1946 con Alfred Kubel
CausaAbolizione dello Stato libero di Brunswick
Territorio e popolazione
Economia
ValutaMarco tedesco
Religione e società
Religioni preminentiprotestantesimo
Religione di Statoprotestantesimo
Religioni minoritarieluteranesimo, anglicanesimo, cattolicesimo, ebraismo
Classi socialipatrizi, clero, cittadini, popolo
Evoluzione storica
Preceduto daFlagge Herzogtum Braunschweig.svg Ducato di Brunswick
Succeduto daFlag of Lower Saxony.svg Bassa Sassonia
Flag of Saxony-Anhalt.svg Sassonia-Anhalt

Lo Stato libero di Brunswick fu una repubblica formata dopo l'abolizione del Ducato di Brunswick sul finire della prima guerra mondiale e uno Stato federato della Repubblica di Weimar. La capitale era Braunschweig.

Il 1º novembre 1946 lo Stato libero di Brunswick venne fuso con gli stati di Hannover, Oldenburgo e Schaumburg-Lippe formando il nuovo Land della Bassa Sassonia.[1]

Capi del BrunswickModifica

Deputati di commissione per lo Stato libero di Brunswick (1918-1919)Modifica

  1. 1918–1919: Sepp Oerter (USPD)
  2. 1919–1920: Heinrich Jasper (SPD)

Ministro presidente dello Stato libero di Brunswick (1919-1946)Modifica

  1. 1919–1920: Heinrich Jasper (SPD)
  2. 1920–1921: Sepp Oerter (USPD)
  3. 1921–1922: August Junke (SPD)
  4. 1922: Otto Antrick (SPD)
  5. 1922: Heinrich Jasper (SPD)
  6. 1924–1927: Gerhard Marquordt (DVP)
  7. 1927–1930: Heinrich Jasper (SPD)
  8. 1930–1933: Werner Küchenthal (DNVP)
  9. 1933–1945: Dietrich Klagges (NSDAP)
  10. 1945–1946: Hubert Schlebusch (SPD)
  11. 1946: Alfred Kubel (SPD)

NoteModifica

  1. ^ (DE) Die "Geburtsurkunde" des Landes Niedersachsen, su niedersachsen.de. URL consultato l'8 ottobre 2017 (archiviato dall'url originale il 14 maggio 2018).
Controllo di autoritàGND (DE4205304-3