Strage di Djen-Djen

Strage di Djen-Djen
Localités de la Commune de Taher.svg
Localizzazione del porto di Djen-Djen
Tipoomicidio plurimo
Datanotte tra il 6/7 luglio 1994
Luogoporto di Djen-Djen
StatoAlgeria Algeria
Obiettivomarinai italiani
ResponsabiliGIA
Motivazionepolitico/religiosa
Conseguenze
Morti7

La strage di Djen-Djen, conosciuta anche come la strage del Lucina, fu perpetrata nella notte tra il 6/7 luglio 1994 presso il porto della località omonima del comune di Taher, per mano di terroristi del Gruppo Islamico Armato (GIA), causando la morte di 7 persone, tutti marittimi imbarcati sulla nave da carico Lucina[1], mercantile della compagnia di navigazione Sagittario s.a.s. di Monte di Procida.

Le vittimeModifica

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica