Sunninghill
Villaggio
Sunninghill – Veduta
La via principale di Sunninghill
Localizzazione
StatoRegno Unito Regno Unito
Regione/area/distrettoSud Est
ConteaBerkshire
DistrettoRoyal Borough of Windsor and Maidenhead
Parrocchia civileSunninghill and Ascot
Territorio
Coordinate51°24′18″N 0°39′21.6″W / 51.405°N 0.656°W51.405; -0.656 (Sunninghill)Coordinate: 51°24′18″N 0°39′21.6″W / 51.405°N 0.656°W51.405; -0.656 (Sunninghill)
Abitanti
Altre informazioni
Cod. postaleSL5
Prefisso01344
Fuso orarioUTC+0
Cartografia
Mappa di localizzazione: Regno Unito
Sunninghill
Sunninghill

Sunninghill è un villaggio del Berkshire, nel Royal Borough of Windsor and Maidenhead, appartenente alla parrocchia civile di Sunninghill and Ascot.

Geografia e trasportiModifica

Il villaggio si trova a circa 19 km a sud est dell' Aeroporto di Heathrow ed a circa 42 dal centro di Londra. Confina con Ascot, città che ospita uno dei più famosi ippodromi inglesi. Si trova vicino a Sunningdale, Bracknell, Windsor Great Park ed al Wentworth Golf Club. Il comune di Windsor si trova a circa 11 km.

L'allacciamento della autostrada M3 con la statale A30 si trova a meno di 2 km a Lightwater. Il collegamento con la Tangenziale di Londra (London Obital), uscita n.3 di Staines e n.11 di Chertsey si trovano entrambi a circa 11 km.

Le stazioni ferroviarie più vicine sono ad Ascot ed a Sunningdale, sulla linea Londra-Waterloo - Reading.

StoriaModifica

Il nome Sunninghill significa "la casa dei Sunna", una tribù anglosassone.[1]

L'attuale chiesa parrocchiale anglicana di San Michele Arcangelo e di Tutti gli Angeli[2] risale all'890[3] ma fu ricostruita nel 1808 e dal 1826 al 1827.[3]

Cordes Hall, nel centro del paese, fu progettata dagli architetti Joseph ed Edweard Francis Morris e costruita nel 1902.[3]

NoteModifica

  1. ^ (EN) Sunninghill website - history, su sunninghill.org.uk. URL consultato il 21 settembre 2008 (archiviato dall'url originale il 26 ottobre 2008).
  2. ^ (EN) Sunninghill Parish Church, su parishchurch.sunninghill.org.uk. URL consultato il 21 settembre 2008.
  3. ^ a b c (EN) Pevsner, 1966, p. 233

BibliografiaModifica

  • (EN) Nikolaus Pevsner, The Buildings of England: Berkshire, Harmondsworth, Penguin Books, 1966.

Altri progettiModifica

  Portale Regno Unito: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Regno Unito