Apri il menu principale

Le suore del Cuore Immacolato di Maria (in portoghese Irmãs do Coração Imaculado de Maria) sono un istituto religioso femminile di diritto pontificio: le suore di questa congregazione pospongono al loro nome la sigla I.C.M.[1]

Indice

Cenni storiciModifica

La congregazione venne fondata a Vienna l'8 maggio 1843 da Barbara Maix (1818-1873) con il consenso dell'arcivescovo Vinzenz Eduard Milde.[2]

Nel 1848 la Maix su trasferì con 21 consorelle a Rio de Janeiro e l'8 maggio 1849 il vescovo Manoel de Monte Rodrigues accordò alla compagnia l'erezione canonica in congregazione religiosa.[2]

La casa madre nel 1856 venne trasferita a Porto Alegre; l'istituto ha ricevuto il pontificio decreto di lode il 14 marzo 1932.[2]

La fondatrice, in religione Maria Barbara della Santissima Trinità, è stata proclamata beata a Porto Alegre il 6 novembre 2010.[3]

Attività e diffusioneModifica

Le suore del Cuore Immacolato di Maria si dedicano prevalentemente all'istruzione della gioventù ma operano anche negli ospedali e nelle parrocchie.

Oltre che in Brasile, le religiose dell'istituto operano in Argentina, Bolivia, Haiti, Italia, Mozambico, Paraguay, Stati Uniti d'America e Venezuela;[4] la sede generalizia è a Porto Alegre.[1]

Al 31 dicembre 2008 la congregazione contava 859 suore in 147 case.[1]

NoteModifica

  1. ^ a b c Ann. Pont. 2010, p. 1532.
  2. ^ a b c G. Pettinati, DIP, vol. III (1976), col. 349.
  3. ^ Radio Vaticana. Beatificazione in Brasile di Barbara Maix [collegamento interrotto], su radiovaticana.org. URL consultato il 22 dicembre 2010.
  4. ^ Irmãs do Imaculado Coração de Maria, su icm-sec.org.br. URL consultato il 22 dicembre 2010 (archiviato dall'url originale il 25 dicembre 2010).

BibliografiaModifica

  • Annuario Pontificio per l'anno 2010, Libreria Editrice Vaticana, Città del Vaticano 2010. ISBN 978-88-209-8355-0.
  • Guerrino Pelliccia e Giancarlo Rocca (curr.), Dizionario degli Istituti di Perfezione (DIP), 10 voll., Edizioni paoline, Milano 1974-2003.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cattolicesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cattolicesimo