Apri il menu principale

Suore missionarie di Nostra Signora degli Apostoli

Le suore missionarie di Nostra Signora degli Apostoli sono un istituto religioso femminile di diritto pontificio: le religiose di questa congregazione pospongono al loro nome la sigla N.S.A.[1]

Cenni storiciModifica

 
Sorelle in Niger (verso 1920).

La congregazione venne fondata il 1º maggio del 1876 a Lione dal sacerdote francese Augustin Planque (1826-1907), che nel 1856 aveva già collaborato con Melchior de Marion Brésillac alla fondazione della Società delle missioni africane:[2] le religiose dell'istituto dovevano assistere i sacerdoti della congregazione maschile evangelizzando le fasce della popolazione a cui questi non avevano accesso, cioè le donne ed i bambini. Amand-Joseph Fava, vescovo di Grenoble, concesse la sua approvazione il 16 agosto 1881.[2]

L'istituto ricevette il pontificio decreto di lode il 17 giugno 1904 e venne approvato definitivamente dalla Santa Sede il 19 marzo 1912 (le sue costituzioni il 12 febbraio 1928).[2]

Attività e diffusioneModifica

Le missionarie di Nostra Signora degli Apostoli si dedicano all'insegnamento, alla catechesi e alle opere sociali.[2]

Sono presenti in Africa (Algeria, Benin, Burkina Faso, Ciad, Costa d'Avorio, Egitto, Ghana, Niger, Nigeria, Tanzania, Togo), nelle Americhe (Argentina, Canada), in Europa (Francia, Inghilterra, Irlanda, Italia, Paesi Bassi) e Asia (Libano):[3] la sede generalizia è a Roma.[1]

Al 31 dicembre 2005, la congregazione contava 806 religiose in 126 case.[1]

NoteModifica

  1. ^ a b c Ann. Pont. 2007, p. 1640.
  2. ^ a b c d DIP, vol. V (1978), coll. 1583-1584, voce a cura di M.V. Castelli.
  3. ^ Suore missionarie di Nostra Signora degli Apostoli: dove siamo, su nsaitalia.org. URL consultato il 19-7-2009 (archiviato dall'url originale il 23 agosto 2007).

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cattolicesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cattolicesimo