Apri il menu principale

Suore missionarie di Nostra Signora del Santo Rosario

Le Suore Missionarie di Nostra Signora del Santo Rosario (in inglese Missionary Sisters of Our Lady of The Holy Rosary) sono un istituto religioso femminile di diritto pontificio: le suore di questa congregazione pospongono al loro nome la sigla M.S.H.R.[1]

Indice

Cenni storiciModifica

La congregazione fu fondata dal vescovo spiritano Joseph Shanahan (1871-1943), vicario apostolico della Nigeria del Sud, per far fronte ai bisogni della sua missione: grazie all'appoggio di Patrick Finegan, vescovo di Kilmore, il 7 marzo 1924 diede inizio a Killeshandra alla nuova congregazione missionaria.[2]

Le prime aspiranti furono iniziate alla vita religiosa dalle domenicane di Cabra, mentre gli spiritani fornirono alle suore direttori spirituali e cappellani.[2]

Dalla Nigeria, le suore estesero il loro campo d'azione ad altri paesi africani e poi all'Inghilterra, al Brasile e agli Stati Uniti. Dopo gli sconvolgimenti politici del 1966, le suore dovettero abbandonare le loro numerose case in Nigeria e vennero sostituite dalle suore delle congregazioni indigene che avevano contribuito a formare.[2]

L'istituto ricevette il pontificio decreto di lode l'8 gennaio 1938 e le sue costituzioni furono approvate definitivamente dalla Santa Sede il 22 ottobre 1945.[2]

Attività e diffusioneModifica

Le suore lavorano essenzialmente in terra di missione e si dedicano a varie forme di apostolato, secondo le necessità locali (istruzione, formazione religiosa, opere sociali, assistenza medica).[2]

Sono presenti in Irlanda, nel Regno Unito e in alcuni paesi americani (Brasile, Messico, Stati Uniti d'America) e africani (Camerun, Etiopia, Ghana, Kenya, Liberia, Nigeria, Sierra Leone, Sudafrica, Zambia);[3] la sede generalizia è a Blackrock, presso Dublino.[1]

Alla fine del 2008 la congregazione contava 390 religiose in 75 case.[1]

NoteModifica

  1. ^ a b c Ann. Pont. 2010, p. 1609.
  2. ^ a b c d e G. Rocca, DIP, vol. V (1978), col. 1588.
  3. ^ Our Global Community, su mshr.org. URL consultato il 19 dicembre 2012.

BibliografiaModifica

  • Annuario Pontificio per l'anno 2010, Libreria Editrice Vaticana, Città del Vaticano 2010. ISBN 978-88-209-8355-0.
  • Guerrino Pelliccia e Giancarlo Rocca (curr.), Dizionario degli Istituti di Perfezione (DIP), 10 voll., Edizioni paoline, Milano 1974-2003.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cattolicesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cattolicesimo