Svengali (personaggio)

personaggio immaginario della letteratura
Svengali
Trilby12.jpg
Illustrazione di George du Maurier per il romanzo Trilby, con Svengali raffigurato come un ragno (1894)
UniversoTrilby
AutoreGeorge du Maurier
SessoMaschio
Professioneipnotizzatore

Svengali è un personaggio creato da George du Maurier, scrittore e illustratore anglo-francese, autore di tre romanzi tra i quali Trilby, del 1894. Svengali è uno dei protagonisti della storia che racconta come, ebreo dell’est Europa musicista girovago, ipnotizzi Trilby, una modella, portandola via dalla vita artistica del Quartiere latino a Parigi per Londra dove, con i suoi misteriosi poteri, la trasformerà in una celebre cantante.

Stereotipo antisemitaModifica

Per lo studioso ebreo Edgar Rosenberg Svengali è lo stereotipo antisemita nella fiction inglese e lo identifica come una delle versioni di Ahasver, l'Ebreo errante: fa notare un riferimento al personaggio che dice: "Svengali camminava su e giù per la terra in cerca di chi avrebbe potuto imbrogliare, tradire, sfruttare ..."[1].

Sullo schermoModifica

Al cinema Svengali ha conosciuto molte interpretazioni fin dal muto. Hanno vestito i suoi panni Paul Wegener, in un film tedesco del 1927 dallo stesso titolo; John Barrymore in una versione del 1931; Donald Wolfit, in un film in technicolor del 1954 e Peter O'Toole nel 1983, in una moderna versione televisiva, affiancato da Jodie Foster.

NoteModifica

  1. ^ Rosenberg,  pag. 242.

BibliografiaModifica

  • Edgar Rosenberg, From Shylock to Svengali: Jewish stereotypes in English fiction, Stanford University Press, 1960.

Collegamenti esterniModifica