TAR Aerolíneas

TAR Aerolíneas
XA-PFL TAR 2.jpg
StatoMessico Messico
Forma societariaSocietà per azioni
Fondazione2012 a Città del Messico
Sede principaleCittà del Messico
SettoreTrasporto
Prodotticompagnia aerea
Slogan«Keep it simple, fly with TAR»
Sito webtarmexico.com/
Compagnia aerea regionale
Codice IATAYQ
Codice ICAOLCT
Indicativo di chiamataTAR
COA6LIF479F
Primo volo14 gennaio 2014
HubAeroporto Internazionale di Santiago de Querétaro
Frequent flyerStar Club, Star Pass
Flotta12 (nel 2019)
Destinazioni26 (nel 2019)
Voci di compagnie aeree presenti su Wikipedia

TAR Aerolíneas è una compagnia aerea regionale messicana con sede a Santiago de Querétaro mentre il suo hub principale è l'Aeroporto Internazionale di Santiago de Querétaro.

StoriaModifica

TAR ha iniziato le operzioni di volo nell'aprile 2012 quando il governo messicano ha concesso l'autorizzazione per effettuare voli di linea regolari verso la Link Corporación Áerea[1]. Nel settembre 2012, Link ha acquistato tre jet Embraer ERJ 145, con una capacità di 50 passeggeri, che sono stati consegnati a febbraio 2014 per iniziare i servizi di volo di linea. La compagnia aerea ha iniziato i servizi nel marzo 2014, come TAR Aerolíneas con un volo diretto tra Quéretaro e Puerto Vallarta. L'obiettivo di TAR è quello di diventare la compagnia aerea regionale più importante del paese, con una strategia di crescita multiregionale cellulare. Con lo sviluppo delle rotte regionali, TAR mira a sviluppare una forte presenza in diverse regioni, tra cui la penisola dello Yucatán, il Golfo del Messico, la regione del Nord settentrionale, il Pacifico e il sud[2].

FlottaModifica

 
Un Embraer ERJ 145LR di TAR Aerolíneas.

A ottobre 2019 la flotta TAR Aerolíneas risulta composta dai seguenti aerei:[3]

Flotta TAR Aerolíneas
Aereo In flotta Ordini Passeggeri Note
Embraer ERJ 145LR 12 50
Totale 12

NoteModifica

  1. ^ Federal Aviation Administration - Airline Certificate Information - Detail View, su av-info.faa.gov. URL consultato il 15 ottobre 2019.
  2. ^ TAR Aerolineas, su linkedin.com.
  3. ^ TAR Aerolíneas Fleet Details and History, su www.planespotters.net. URL consultato il 15 ottobre 2019.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica