Tarō Kōno

politico giapponese
Tarō Kōno
Taro Kono 201510.jpg

Ministro per le riforme amministrative e le riforme normative del Giappone
In carica
Inizio mandato 16 settembre 2020
Capo del governo Yoshihide Suga
Predecessore Ryota Takeda

Ministro degli affari esteri del Giappone
Durata mandato 3 agosto 2017 –
11 settembre 2019
Monarca Akihito
Naruhito
Capo del governo Shinzō Abe
Yoshihide Suga
Predecessore Fumio Kishida
Successore Toshimitsu Motegi

Membro della Camera dei rappresentanti
In carica
Inizio mandato 21 ottobre 1996

Dati generali
Partito politico LDP
Università Università di Georgetown, Università Keio, Hiratsuka City Hanamizu Elementary School, Keio Chutobu Junior High School, Keio Academy, Suffield Academy e Scuola di economia di Varsavia

Tarō Kōno (河野 太郎 Kōno Tarō?; Hiratsuka, 10 gennaio 1963) è un politico giapponese, ministro per le riforme amministrative e le riforme normative del Giappone dal 2020.

Già ministro degli esteri (dal 2017 al 2019), è inoltre membro della Camera dei rappresentanti dal 1996.

BiografiaModifica

Tarō Kōno proviene da una potente dinastia politica. È il figlio di Yōhei Kōno, una figura di spicco del Partito Liberaldemocratico (LDP) che è stato vice primo ministro e speaker della Camera dei Rappresentanti, e il nipote di Ichiro Kōno, che è stato anche lui vice primo ministro. Il suo prozio, Kenzo Kōno, era presidente della Camera dei Consiglieri.[1]

Ha frequentato la Georgetown University di Washington per quattro anni.[1]

Viene descritto come un buon stratega e un gran lavoratore, di carattere autoritario.[1] È neoliberale sulle questioni economiche e favorisce le privatizzazioni.[2]

NoteModifica

  1. ^ a b c (EN) Elaine Lies, Self-belief and strategy: Japan's Taro Kono upends race for next premier, in Reuters, 14 settembre 2021. URL consultato il 12 novembre 2021.
  2. ^ (EN) Eric Johnston, Could reform mission put Taro Kono on path to succeed Japan Prime Minister Yoshihide Suga?, su The Japan Times, 19 ottobre 2020. URL consultato il 12 novembre 2021.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN260607112 · ISNI (EN0000 0003 8138 3930 · NDL (ENJA00931265 · WorldCat Identities (ENviaf-260607112