Targhe automobilistiche nell'Unione europea

La banda blu comune a tutti gli stati membri della UE.

Le targhe automobilistiche nell'Unione europea, ovvero le targhe automobilistiche degli Stati membri dell'Unione europea, sono basate su un formato comune:

  • possiedono una banda blu sulla sinistra della targa, che presenta la bandiera europea con le dodici stelle dorate insieme alla sigla automobilistica internazionale dello Stato in cui il veicolo è stato registrato.
  • sono in formato standardizzato, sia su sfondo bianco che giallo, con caratteri neri, e non ne possono contenere più di sette. Le targhe con sfondo giallo sono utilizzate nei Paesi Bassi e nel Lussemburgo; nel Regno Unito (e in Francia fino al 2009) solo per quelle posteriori, mentre le anteriori sono bianche. Il Regno Unito e il Lussemburgo utilizzano anche targhe di plastica, diversamente dalla maggior parte dell'UE, le cui piastre attuali sono in metallo. La Francia utilizza targhe in plastica o in metallo a discrezione del fabbricante (nel Paese la produzione di targhe non è infatti centralizzata). La Danimarca utilizza le targhe gialle per veicoli registrati come veicoli commerciali, la Svezia per i taxi. Il Belgio si distingue per i caratteri rossi su fondo bianco.

Per convenzione, in precedenza i veicoli dovevano esporre l'ovale con il codice internazionale dello Stato sulla parte posteriore del mezzo quando esso circolava in Paesi stranieri, ma questa regola non è sempre stata osservata. Con il formato delle targhe europee, l'ovale non è più richiesto, dato che la sigla nazionale si trova direttamente all'interno della targa.

Sistemi di codiciModifica

Diversi stati membri hanno fatto sforzi per evitare l'emissione di targhe uguali a quelle in uso in altre nazioni. Nonostante questo, esistono comunque complicazioni dovute a multe o a foto effettuate da autovelox o telecamere, per il fatto che targhe di stati esteri possono assomigliare molto alle targhe in uso nello stato membro in cui è stata infranta la legge.

  • Svezia, Finlandia, Lituania, Ungheria, Malta e Cipro utilizzano combinazioni di tre lettere e tre cifre. In origine vi era un modo informale di impedire la duplicazione, almeno tra Svezia e Finlandia: le targhe svedesi iniziavano con lettere dalla A alla L (eccetto la I), mentre la Finlandia utilizzava le lettere dalla T alla Z più la I. In seguito la Svezia ha iniziato a utilizzare lettere una volta riservate alla Finlandia.
  • La Danimarca utilizza due lettere e cinque cifre. Le targhe sono molto simili a quelle della Norvegia, stato extracomunitario, ma quelle danesi hanno il contorno rosso. L'uso della sigla automobilistica internazionale può alleviare il problema, imposto per legge dalla Norvegia dal 1º novembre 2006 e dalla Danimarca dal 2009.
  • In Francia, dal 2009, è stato introdotto un nuovo sistema di numerazione, del tipo AA-123-AA, analogo a quello già in vigore in Italia dal 1994; i due sistemi differiscono per il numero 000 (assente in Francia) e l'uso di alcune lettere, inoltre nel sistema francese si usano diversi tipi di caratteri e le tre parti sono separate da trattini.

Diversi sistemi di numerazioneModifica

I singoli Stati dell'Unione europea utilizzano diversi schemi di composizione e diverse forme di caratteri:

  • La maggior parte dei Paesi, tra cui Germania, Polonia, Romania, Estonia, Lettonia, Lituania, Austria, Repubblica Ceca, Slovacchia, Slovenia, Croazia e Irlanda hanno una numerazione che collega direttamente la targa all'ente locale in cui il veicolo è stato registrato (come "B" e "M" in Germania per Berlino e Monaco di Baviera, "W" in Austria per Vienna, "D" in Irlanda per Dublino o la lettera "A" in Repubblica Ceca per il distretto di Praga). In Germania, Austria e Slovenia, viene esposto sulla targa lo stemma locale del land di registrazione, mentre in Croazia viene esposto lo stemma nazionale.
  • La Grecia utilizza un sistema con una relazione indiretta al luogo di registrazione del veicolo.
  • Italia, Francia, Svezia, Danimarca, Finlandia, Portogallo, Ungheria, Spagna, Belgio, Paesi Bassi e Cipro utilizzano targhe che non si riferiscono al luogo di registrazione. In Italia e in Francia, tuttavia, nonostante si sia adottato un unico sistema di numerazione nazionale, la targa è contrassegnata da una fascetta a fondo azzurro posta sul lato destro. Quelle italiane hanno indicazione dell'anno (ultime due cifre) e della sigla della provincia di immatricolazione; queste indicazioni sono facoltative e non sono stampate ma riportate su adesivo. Per alcune province autonome la sigla provinciale è accompagnata dal relativo stemma. Similmente, per le targhe francesi, nella fascetta a destra è indicato in alto il simbolo della regione e in basso il numero del dipartimento; l'indicazione del dipartimento è obbligatoria ma è possibile indicarne uno diverso da quello di residenza o immatricolazione.
  • Il Regno Unito utilizza un sistema basato sulla regione (per Scozia e Galles) e sulla contea (per l'Inghilterra) in cui il veicolo è stato registrato e l'anno in cui la registrazione è avvenuta.

ElencoModifica

Stato membro Abbr. Esempio
  Austria A  
  Belgio B  
  Bulgaria BG  
  Rep. Ceca CZ  
  Cipro CY  
  Croazia HR  
  Danimarca DK  
  Estonia EST  
  Finlandia FIN  
  Francia F  
  Germania D  
  Grecia GR  
  Irlanda IRL  
  Italia I  
  Lettonia LV  
  Lituania LT  
  Lussemburgo L  
  Malta M  
  Paesi Bassi NL  
  Polonia PL  
  Portogallo P  
  Romania RO  
  Slovacchia SK  
  Slovenia SLO  
  Spagna E  
  Svezia S  
  Ungheria H  

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica