Apri il menu principale
Televiziunea Română
Logo
Memorial to the 1989 Revolution at the romanian TV headquarters.JPG
Sede della TVR a Bucarest
StatoRomania Romania
Fondazione1956 a Bucarest
Sede principaleBucarest
Persone chiaveIrina Radu, Presidente e Direttore Generale[1]
SettoreMedia
Slogan«Imaginea timpului tău»
Sito web

La Televiziunea Română (formalmente Societatea Românǎ de Televiziune, ma nota anche come TVR) è l'emittente di radiodiffusione pubblica della Romania.

È membro dell'Unione europea di radiodiffusione (UER) dal 1993, anno in cui la nazione ha cominciato a partecipare all'Eurovision Song Contest.

Indice

StoriaModifica

Nascita e primi anniModifica

TVR è nata nel 1956 e ha iniziato le trasmissioni il 31 dicembre dello stesso anno, in un edificio di Bucarest.

Nel 1968 TVR si trasferì in un nuovo edificio e nacque Programul 2 (oggi TVR2), e il canale preesistente venne ribattezzato Programul 1 (oggi TVR1).

Nel 1983 TVR iniziò le trasmissioni a colori con il sistema tedesco PAL.

 
Un programma televisivo di TVR del 1986, Epoca Nicolae Ceaușescu

A causa del programma di risparmio energetico, introdotto dal regime comunista nel 1985, TVR 2 venne sospeso e TVR 1 venne limitato a due ore al giorno (dalle 20.00 alle 22.00), dovendosi concentrare sulla vita personale di Nicolae Ceaușescu e della moglie Elena; inoltre TVR rimase l'unica emittente televisiva attiva in Romania fino al 1989.

Dopo la rivoluzione del 1989Modifica

Durante la rivoluzione romena del 1989, TVR è stata occupata dai manifestanti che oltre ad averne cambiato il nome in Televiziunea Română Liberă (TVRL), hanno ripristinato TVR2 (ribattezzato TVRL2). Successivamente è stata utilizzata come mezzo di propaganda dal Fronte di Salvezza Nazionale (FSN), e in quegli stessi anni viene eliminata la L dall'acronimo.

Nel 1993, come parte di Radioteleviziunea Româna (RTVR), entra a far parte dell'Unione europea di radiodiffusione (UER), e l'anno successivo il paese debutta all'Eurovision Song Contest.

Nel 1995 viene lanciato TVR International e nel 2002 TVR Cultural.

Nel 2006 TVR si occupa di ospitare, presso la Sala Polivalentă di Bucarest, lo Junior Eurovision Song Contest 2006, vinto dalla Russia con Anastasija e Maria Tolmačëvy.

Nel 2016 la Romania viene squalificata dall'Eurovision Song Contest 2016, a causa del debito di TVR verso l'UER di 14,5 milioni di franchi svizzeri, inoltre è stata preclusa all'emittente la possibilità di trasmettere altri programmi in Eurovisione. Dopo il pagamento del debito il paese ha partecipato alle successive edizioni dell'Eurovision Song Contest.[2][3]

OrganizzazioneModifica

L'emittente gestisce attualmente 5 canali: TVR1, TVR2, TVR3, TVRi e TVR HD. In passato ha gestito altri tre canali televisivi, che tuttavia sono stati soppressi in seguito alla crisi economica di TVR nel 2012: TVR Cultural e TVR Info, che in seguito è stato sostituito da TVR News che è stato soppresso a sua volta nel 2015.[4]

 
La suddivisione degli studi regionali

TVR gestisce inoltre 6 "studiouri teritoriale" (studi regionali): TVR București, TVR Cluj, TVR Craiova, TVR Iași, TVR Tîrgu-Mureș e TVR Timișoara.

NoteModifica

  1. ^ https://www.mediafax.ro/politic/irina-radu-aleasa-presedinte-director-general-al-tvr-de-parlament-15300932
  2. ^ La tv di Stato romena non paga i debiti? Niente Eurovision, in SMTV San Marino, 22 aprile 2016. URL consultato il 15 settembre 2018.
  3. ^ (EN) Roslyn Sulcas, Romania Expelled From Eurovision Song Contest, in ArtsBeat. URL consultato il 15 settembre 2018.
  4. ^ (RO) TVR News şi-a încetat emisia sâmbătă, la ora 00.00, in Mediafax.ro. URL consultato il 15 settembre 2018.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN126922990 · LCCN (ENnb2006008452