Apri il menu principale

Sir Thomas John Willoughby Winterton, KCB, KCMG, CBE (Woolwich, 13 aprile 1898Newbury, 14 dicembre 1987), è stato un generale britannico. Ricoprì importanti incarichi dopo il secondo conflitto mondiale. Fu dal 1º gennaio 1950 al 1º agosto 1950 Alto Commissario per la zona britannica di occupazione dell'Austria e dal 1º aprile 1951 al 26 ottobre 1954 il comandante della zona anglo-americana del Territorio Libero di Trieste.

EventiModifica

Durante il suo mandato come comandante del GMA (Governo Militare Alleato) a Trieste, avvenne la cosiddetta Rivolta di Trieste: Winterton fu accusato dagli italiani di essere il principale responsabile dell'esito di questi incidenti in quanto comandante militare delle truppe britanniche, alle cui dipendenze stava proprio la Polizia Civile che sparò sulla folla.

L'8 novembre 1953, in occasione dei funerali delle vittime della Rivolta, Winterton si recò nella caserma della Polizia Civile per risollevare il morale delle truppe. Giunto in caserma si complimentò con il «nucleo mobile» per la condotta tenuta di fronte a quella che definì una vera e propria rivolta, e disse che nessuno doveva sentire di aver sbagliato perché chi fa il proprio dovere non sbaglia mai. Poi rassicurò che il reparto non sarebbe uscito in strada in quella giornata se non in estrema necessità, caso nel quale sarebbe comunque stato chiamato per ultimo e con addosso il normale elmetto di feltro.[1]

NoteModifica

  1. ^ PIGLIUCCI M., Gli ultimi martiri del Risorgimento. Gli incidenti per Trieste italiana del novembre 1953, Edizioni Mosetti, Trieste 2013. ISBN 978-88-9026-741-3.
  1. Who Was Who Volume V111 1981-1990 (1991)
  1. Liddell Hart Centre for Military Archives King's College University of London.
  2. The Oxfordshire and Buckinghamshire Light Infantry (The 43rd/52nd Regiment of Foot) Philip Booth (1971).

Voci correlateModifica