Apri il menu principale
Tigri Bianche
Pattuglia Bellagambi
Republic F-84G Thunderjet Tigri Bianche 51-29, modello (Museo del modellismo storico).JPG
Voghenza, frazione di Voghiera, Museo del modellismo storico: un modello in scala 1/48 che riproduce il Republic F-84G Thunderjet codice 51-29 in livrea della pattuglia acrobatica delle Tigri Bianche.
Descrizione generale
Attiva1953 - 1956
NazioneItalia Italia
Forza armataAeronautica Militare
SedeAeroporto di Treviso-Istrana
Componenti
CapoformazioneTen Roberto Di Lollo
Gregario sinistroSerg Attilio Malaspina
Gregario destroTen Franco Pisano
FanalinoM.llo Italo Rossini
RiserveTen Claudio Vezzi
M.llo Toni Balasso
Flotta
VelivoliRepublic F-84
voci di pattuglie acrobatiche presenti su Wikipedia

Le Tigri Bianche, furono una pattuglia acrobatica italiana, attiva dal 1953 al 1956, appartenente al 51º Stormo.

Inizialmente fu chiamate Pattuglia Bellagambi[1], dal nome del capo pattuglia Mario Bellagambi.

Dopo Bellagambi il capo pattuglia divenne Roberto Di Lollo e la pattuglia prese il nome ufficiale di Tigri Bianche. Sugli aerei venne disegnata una tigre bianca su sfondo celeste.

Gli aerei utilizzati erano i Republic F-84G Thunderjet.

La pattuglia durante le esibizioni era formata da quattro elementi.

Nel 1957 le Tigri Bianche furono sostituite dalla pattuglia Cavallino Rampante.[1] In passato, difatti, il compito di fornire una pattuglia acrobatica nazionale veniva assolto a rotazione da diversi reparti. In seguito venne formato un reparto di volo apposito, il 313º Gruppo Addestramento Acrobatico, che diverrà poi noto come le Frecce Tricolori.

Claudio Vezzi ha narrato la sua esperienza nella pattuglia nel 2015 nel documentario Le Pan prima della Pan.

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Aviazione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Aviazione