Apri il menu principale

Tito Menenio Lanato

politico romano
Tito Menenio Lanato
Nome originaleTitus Menenius Lanatus
GensGens Menenia
Consolato452 a.C.

Tito Menenio Lanato (... – ...) è stato un politico romano.

ConsolatoModifica

Tito Menenio Lanato, Gaio Menenio[1] secondo Livio, Lucio Menenio[2] secondo Dionigi, fu eletto console nel 452 a.C. insieme al collega Publio Sestio Capitone.

La commissione, formata da Spurio Postumio Albo, Aulo Manlio e Sulpicio Camerino, inviata ad Atene, per trascrivere le leggi di Solone, e quindi poterla studiare e riformare le istituzioni romane, fa ritorno in città.

Dopo molte insistenze da parte dei tribuni della plebe, patrizi e plebei concordarono per la costituzione del primo decemvirato

«Si decise di nominare dei decemviri non soggetti al diritto d'appello e di non avere quell'anno nessun altro magistrato al di fuori di loro. Se i plebei avessero dovuto o meno prendere parte alla cosa fu argomento a lungo dibattuto. Alla fine ebbero la meglio i patrizi, a patto però che non venissero abrogate la legge Icilia riguardante l'Aventino e le altre leggi sacrate.»

(Tito Livio, Ab Urbe Condita Libri, Libro III, 2, 32)

NoteModifica