Apri il menu principale
Topolino nell'isola misteriosa
saga a fumetti
Titolo orig.Lost on a Desert Island
Lingua orig.inglese
PaeseStati Uniti
TestiWalt Disney
DisegniUb Iwerks (13/01-08/02), Win Smith (10/02-31/03)
EditoreWalt Disney Productions
1ª edizione13 gennaio – 31 marzo 1930
Periodicitàquotidiano
Seguito daTopolino nella valle infernale

"Topolino nell'isola misteriosa" (Lost on a Desert Island) è un arco narrativo formato dalle strisce a fumetti con protagonista Topolino pubblicate sui quotidiani statunitensi tra il 13 gennaio ed il 31 marzo 1930, ed è considerata la prima storia a fumetti creata dalla Disney. Le strisce (che si fondano più su singole gag che su una trama vera e propria) furono scritte dallo stesso Walt Disney ispirandosi parzialmente ai corti L'aereo impazzito (1928) e Topolino nella jungla (1929), e disegnate da Ub Iwerks fino all'8 febbraio e successivamente da Win Smith a causa dell'abbandono della Disney da parte di Iwerks.[1] Il fumetto è stato pubblicato anche coi titoli "Le audaci imprese di Topolino nell'isola misteriosa" e "Topolino emulo di Lindbergh".

Indice

TramaModifica

Topolino, ispirato da una lettura, decide di diventare un aviatore. Prendendo pezzi da una vecchia automobile e sfruttando vari animali, costruisce un aereo, con cui, insieme a Minni, fa una breve quanto catastrofica prova di volo. A causa del fatto che Topolino non sa manovrare un aereo, si perde e, superata una tempesta, va a finire in un'isola deserta (Minni, intanto, era già scesa utilizzando la propria mutanda come un paracadute). Nell'isola si susseguono gag una dopo l'altra, con scene ai limiti dell'inverosimile. Alla fine, dopo aver provato invano a cacciare per sfamarsi e dopo essere riuscito a salvarsi da una tribù di nativi, si finge uno dei pulcini di un uccello molto più grande di lui che, dopo un'altra serie di gag, lo riporta inaspettatamente a casa.

NoteModifica

  1. ^ Alberto Becattini, Topolino nell'isola misteriosa, in Lidia Cannatella, Alberto Becattini e Luca Boschi (a cura di), Gli anni d'oro di Topolino, nº 31, Milano, RCS MediaGroup, 18 ottobre 2010, pp. 9-10, ISSN 1824-5692 (WC · ACNP).

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica