Apri il menu principale
Tram ATAC serie 7000
Tram STEFER serie 500 poi divenuti Tram ATAC serie 7100
Vettura tranviaria articolata a due casse
Vettura nº 7065 a Porta Maggiore nel 1970
Vettura nº 7065 a Porta Maggiore nel 1970
Anni di costruzione 194849 (unità ATAC)
1952 (unità STEFER)
Anni di esercizio 1948–…
Quantità prodotta 50 (unità ATAC)
8 (unità STEFER)
Costruttore OMS
Lunghezza 20 370 mm
Scartamento 1 445 mm
Interperno 6 300 mm
Passo dei carrelli 1 800 mm
Massa vuoto 26 t (unità ATAC)
25,6 t (unità STEFER)
Alimentazione 600 V cc
Tipo di motore TIBB GLM 0241
Dati tratti da:
tramroma.com.

Le vetture tranviarie serie 7000 dell'ATAC di Roma sono una serie di vetture tranviarie articolate, entrate in servizio sulla rete tranviaria cittadina nell'immediato dopoguerra.

Indice

StoriaModifica

 
La 7001 in prestito per le prove di circolazione sulla rete.
 
Sulla linea 37, la prima su cui le Stanga sono autorizzate a circolare.

Le vetture, costruite dalle Officine Meccaniche della Stanga di Padova nel 194849, furono progettate sulla base di un prototipo, numerato 7001, che era stato costruito nel 1940 e distrutto per cause belliche nel 1943. Le vetture di serie furono numerate da 7001 a 7099, per un totale di 50 esemplari[1], e presero la denominazione di "Treno Articolato Stanga" (TAS).

Nel 1952 la STEFER, esercente le tranvie interurbane dei Castelli, ordinò 8 unità analoghe, che vennero classificate nella serie 500 con numeri 501–508, per il servizio sulle tratte urbane (TerminiCapannelle/Cinecittà) della sua rete. Nel 1980, alla chiusura dell'ultima tratta, sostituita dalla linea A della metropolitana, le vetture furono acquistate dall'ATAC, che le rinumerò nella serie 7100 (matricole dispari da 7101 a 7115).

Negli anni ottanta le "Stanga" furono ammodernate, con la sostituzione dei carrelli e dell'impianto elettrico. La loro vita operativa ha superato i sette decenni.

LivreeModifica

Le "Stanga" entrarono in servizio con una livrea a due toni di verde, applicata secondo un caratteristico disegno discendente, eliminato a partire dal 1968 e trasformato nella divisione semplificata: in alto verde chiaro, in basso verde scuro.
Nel 1972 iniziò l'applicazione della livrea verde "Roma 71", sostituita a partire dal 1978 dall'"arancio ministeriale".
Dal 2000 le vetture rivestono di nuovo la livrea a due toni di verde, nel disegno semplificato introdotto nel 1968, ma con disposizione invertita dei colori.

Le unità STEFER erano invece verniciate nei colori sociali (blu e bianco) e, quando sono state acquisite dall'ATAC, hanno seguito anche loro le variazioni di livrea suddette.

Vetture specialiModifica

Due vetture della serie sono state modificate negli interni per usi speciali: sono stati infatti aggiunti i tavolini e modificata la disposizione delle sedute, mentre nel posteriore sono stati ricavati una cucina e un bagno:

  • 7021 (Tram Ristorante), è stata la prima ad essere attrezzata come vettura ristoro; ad oggi risulta ferma in attesa di revisione.
  • 7115 (Tramjazz), attrezzata nel 2012 ed entrata in servizio nel 2016, è stata ridipinta con una sgargiante livrea grigio-rossa ed attrezzata con condizionatori; offre 38 posti a sedere.

NoteModifica

  1. ^ Sulla rete tranviaria di Roma le vetture sono numerate con soli numeri dispari, essendo i pari riservati alle rimorchiate.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica