Apri il menu principale

Turgisio[1] di Sanseverino, conosciuto anche come Trogisio o Troisio (Normandia, ... – Italia, 1081), è stato un cavaliere medievale normanno, discendente dalla stirpe reale dei duchi di Normandia[2].


Turgisio di Sanseverino
Conte di Rota
Stemma
In carica 1061 circa
Predecessore titolo creato
Successore Ruggero I Sanseverino
Nascita
Morte 1081
Dinastia Sanseverino
Figli Ruggero, Roberto, Turgisio II

Silvano, Diletta, Troisio

Indice

BiografiaModifica

Le prime notizie su Turgisio risalgono al 1045 circa, quando giunse in Italia come cavaliere con il fratello Angerio, capostipite dei Filangieri.

Per il suo valore in battaglia, nel 1061 fu investito da Roberto il Guiscardo della contea di Rota, un centro popoloso già appartenuto alla famiglia dei Principi longobardi di Salerno.

Turgisio usurpò altre terre e casali al principe longobardo Gisulfo ed a chiese ed abbazie. Nel settembre 1067, al Concilio di Melfi, per intervento del vescovo di Salerno, Alfano, venne scomunicato dal Papa Alessandro II, col quale poi si riconciliò dopo un incontro a Capua.

Turgisio nel 1077 fu confermato conte di Rota e investito dei nuovi possedimenti nella valle di Mercato San Severino, dove stabilì la sua dimora per cui tutti i suoi successori, dal nome del castello, assunsero il cognome dinastico de Sancto Severino.

Nel 1081 Turgisio morì e gli succedette nel feudo di Sanseverino il primogenito Ruggero, che sposò la longobarda Sica, nipote di Guaimario IV di Salerno. Degli altri figli di Troisio, Silvano divenne signore di Roccapiemonte, Troisio II del Cilento, di Montemiletto e di Bracigliano, mentre Diletta andò sposa al milite Eremberto.

 Turgisio
1081
sp. NN
capostipite =
 
      
Ruggero
† marzo 1125
sp. Sica de Salerne
1121
Roberto
† mar 1082
sp. Gaitelgrima, figlia di Guaimaro IV di Salerno
Turgisio II
Silvano
Deletto
† dopo aprile 1104
sp. Erberto Caputasini
Troisio

NoteModifica

  1. ^ Nome di origine scandinava: Thorgisl (« Ostaggio di Thor »); in francese: Turgis, Tourgis
  2. ^ Vittorio Spreti, Enciclopedia storico-nobiliare italiana: famiglie nobili e titolate viventi riconosciute dal R. Governo d'Italia volume VI S - Z, Enciclopedia Storico-Nobiliare Italiana, 1935.

BibliografiaModifica

  • G.Portanova, Il Castello di S. Severino nel secolo XIII e S.Tommaso d'Aquino, Badia di Cava, 1924
  • G.Portanova,I Sanseverino e l'Abbazia cavense (1061 - 1324),Badia di Cava, 1977
  • P.Natella, I Sanseverino di Marsico. Una terra, un regno, Mercato S.Severino, 1980
  • M. Del Regno, Tavola sinottica dei principali avvenimenti storici e culturali comparata con le vicende legate alla famiglia dei Sanseverino di Marsico,Mercato S. Severino, 1983 (Sede di Italia Nostra )
  • M. Del Regno, I Sanseverino nella storia d'Italia.Cronologia storica comparata (secc. XI - XVI),Mercato S.Severino, 1991 ('Ricerche' di Italia Nostra)
  • G.Portanova, Il Castello di S. Severino nel secolo XIII e S.Tommaso d'Aquino (Introduzione e cura di M.Del Regno) , Mercato S,Severino, 1998 (2ª ed.)
  • P. Natella, I Sanseverino di Marsico. Una terra, un regno., vol.I Il Gastaldato di Rota ( VIII- XI sec. ), Salerno, 2008 (2ª ed.)
  • V. Ciorciari, Storie dei Sanseverino nella Storia del Meridione, Sala Consilina, 2011
  • M. Cerrato, Il Castello di Mercato S. Severino, Storia, Archeologia, Ricostruzioni,Salerno, 2013,

FontiModifica