Tyrannosauroidea

superfamiglia di dinosauri carnivori
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Tyrannosauroidea
Appalachiosaurus.jpg
Primo piano dello scheletro di Appalachiosaurus montgomeriensis
Stato di conservazione
Fossile
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Superordine Dinosauria
Ordine Saurischia
Sottordine Theropoda
Infraordine Coelurosauria
Clade Tyrannoraptora
Superfamiglia Tyrannosauroidea
Osborn, 1906 (vide Walker, 1964)
Serie tipo
Tyrannosaurus rex
Osborn, 1905
Sinonimi
Sottogruppi[1]

Tyrannosauroidea è una superfamiglia di dinosauri carnivori, i tirannosauroidi, vissuti nel Giurassico e nel Cretaceo.

DefinizioneModifica

Il gruppo include la famiglia Tyrannosauridae (tra cui il famosissimo Tyrannosaurus rex) così come altre forme meno note e più primitive, evidentemente ancestrali ai tirannosauridi.

La superfamiglia Tyrannosauroidea fu descritta per la prima volta da Henry Fairfield Osborn nel 1905, ovvero nell'anno della descrizione del suo più noto rappresentante, il tirannosauro. Un'esatta analisi cladistica venne compiuta però solo nel 1998, ad opera di Paul Sereno, e la definizione di questo gruppo venne ulteriormente migliorata nel 2004 grazie a Thomas Holtz. In sostanza, i membri includono Tyrannosaurus rex e tutte quelle specie più vicine a Tyrannosaurus che a Deinonychus, Ornithomimus o Allosaurus.

I tirannosauroidi basaliModifica

I tirannosauroidi erano caratterizzati principalmente da un bacino particolarmente evoluto e dalla fusione delle ossa nasali. I primi tirannosauroidi non avevano i caratteristici grandi crani e le zampe anteriori ridotte a moncherini; di solito erano animali dal cranio piuttosto piccolo, o comunque di taglia media, rispetto al resto del corpo, ed erano di costituzione leggera, con zampe anteriori lunghe e dotate di tre dita. Superficialmente, i tirannosauroidi basali potevano assomigliare ai celuridi, ai compsognatidi o agli ornitolestidi, gruppi di celurosauri primitivi che potrebbero essere stati i loro diretti antenati. Alcuni studiosi pensano che tutti i cosiddetti "celuridi" potrebbero in effetti essere tirannosauroidi primitivi, anche se uno studio rigoroso in questo senso non è mai stato fatto.

PiumaggioModifica

È molto probabile che i tirannosauroidi primitivi, soprattutto quelli di dimensioni minori, potessero essere ricoperti di piume: un fossile della Cina appartenente al genere Dilong, infatti, mostra chiaramente tracce di piumaggio primitivo per tutta la lunghezza del corpo. Queste strutture sono molto simili a quelle dell'odierno kiwi e a quelle del piccolo compsognatide Sinosauropteryx, ritrovato nello stesso giacimento.

EvoluzioneModifica

I tirannosauroidi apparvero per la prima volta nel Giurassico medio: un ilio fossile, su cui è basato il genere Iliosuchus, proviene dal Batoniano inglese, mentre un poco più recente è il crestato Guanlong della Cina. Nel Giurassico superiore i tirannosauroidi sono noti anche in Nordamerica (Stokesosaurus), e nel Cretaceo inferiore danno origine a una moltitudine di forme (tra cui Eotyrannus e Dilong). I tirannosauridi veri e propri sono noti a partire dai primi tempi del Cretacico superiore. Nel Cretaceo superiore, comunque, sono presenti anche esempi di tirannosauroidi primitivi, come Bagaraatan, Appalachiosaurus e Dryptosaurus. I tirannosauroidi, a quanto pare di capire dai resti fossili, furono animali strettamente laurasiatici e non raggiunsero mai i continenti meridionali.

ClassificazioneModifica

Il cladogramma sotto risale al 2013 ed è tratto dall'analisi di Loewen et al.[1]


Tyrannosauroidea
Proceratosauridae

Proceratosaurus bradleyi

Kileskus aristotocus

Guanlong wucaii  

Sinotyrannus kazuoensis

Juratyrant langhami

Stokesosaurus clevelandi

Dilong paradoxus

Eotyrannus lengi

Bagaraatan ostromi

Raptorex kriegsteini

Dryptosaurus aquilunguis  

Alectrosaurus olseni  

Xiongguanlong baimoensis

Appalachiosaurus montgomeriensis  

Alioramus

Alioramus altai 

Alioramus remotus

Tyrannosauridae
Albertosaurinae

Gorgosaurus libratus  

Albertosaurus sarcophagus

Tyrannosaurinae

Daspletosaurus torosus  

Teratophoneus curriei

Bistahieversor sealeyi

Lythronax argestes  

Tarbosaurus bataar  

Zhuchengtyrannus magnus

Tyrannosaurus rex  

NoteModifica

  1. ^ a b (EN) Mark A. Loewen, Randall B. Irmis, Joseph J. W. Sertich, Philip J. Currie e Scott D. Sampson, Tyrant Dinosaur Evolution Tracks the Rise and Fall of Late Cretaceous Oceans, in David C. Evans (a cura di), PLoS ONE, vol. 8, n. 11, 6 novembre 2013, pp. e79420, Bibcode:2013PLoSO...879420L, DOI:10.1371/journal.pone.0079420, PMC 3819173, PMID 24223179.
    Versione PDF
  2. ^ Wu Xiao-chun, Shi Jian-Ru, Dong Li-Yang, Thomas D. Carr, Yi Jian e Xu Shi-Chao, A new tyrannosauroid from the Upper Cretaceous of Shanxi, China, in Cretaceous Research, 17 dicembre 2019, p. 104357, DOI:10.1016/j.cretres.2019.104357.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica