Apri il menu principale
Ulisse Di Giacomo
Ulisse Di Giacomo datisenato 2013.jpg

Senatore della Repubblica Italiana
Legislature - XVI
- XVII (Dal 27/11/2013)
Gruppo
parlamentare
XVI:
- Il Popolo della Libertà

XVII:
- Federazione della Libertà (IDeA-Popolo e Libertà, PLI) (Dal 25/05/2017 a fine legislatura)

In precedenza:

- Alternativa Popolare-Centristi per l'Europa-NCD (Dal 27/11/2013 al 24/05/2017)

Coalizione XVI:
Coalizione di centro-destra del 2008

XVII:
Coalizione di centro-destra del 2013

Circoscrizione Regione Molise
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico Indipendente (Dal 2017)
In precedenza:
Forza Italia (Fino al 2009)
Il Popolo della Libertà (2009-2013)
Nuovo Centrodestra (2013-2017)
Alternativa Popolare (mar 2017-mag 2017)
Titolo di studio Laurea in Medicina
Professione Medico Chirurgo Specialista in Cardiologia

«Chi ha scelto di effettuare una frode fiscale ed è stato condannato a scontare 4 anni di carcere non ha i requisiti morali che sono necessari per sedere in Parlamento.»

(Ulisse Di Giacomo in riferimento alla decadenza di Silvio Berlusconi da senatore in seguito alla condanna del processo Mediaset, 4 ottobre 2013[1])

Ulisse Di Giacomo (Carovilli, 1º ottobre 1950) è un politico italiano, ex assessore alla sanità regione Molise della terza giunta di Angelo Michele Iorio.

Indice

BiografiaModifica

Medico chirurgo, è specialista in cardiologia.

Attività politicaModifica

Ricoprì la carica di assessore alla Sanità della Regione Molise dal novembre 2006 al giugno 2008 per Forza Italia. Eletto senatore nelle file del PdL alle elezioni politiche del 2008, è componente della Commissione Sanità, è ex coordinatore regionale del Popolo della Libertà.

Il ritorno in Senato per la decadenza di BerlusconiModifica

Alle elezioni politiche del 2013 risulta il primo dei non eletti del Popolo della Libertà in regione Molise, dietro a Silvio Berlusconi che, proprio come nel 2008, opta proprio per il seggio parlamentare in Molise[1].

Il 4 ottobre 2013 durante l'audizione alla Giunta delle elezioni e delle immunità parlamentari del senato presieduta da Dario Stefano, attraverso il suo legale si è dichiarato favorevole alla decadenza di Silvio Berlusconi come senatore in seguito alla sentenza in giudicato sul processo Mediaset per "mancanza dei requisiti morali previsti dalla costituzione", pur riconoscendolo "padre nobile" del centrodestra, inoltre si dichiara vicino alle posizioni di Angelino Alfano[1][2], a differenza della posizione del Popolo della Libertà contro la sua decadenza da senatore.

Dal 27 novembre 2013 in seguito alla decadenza di Silvio Berlusconi, convalidata dal Senato della Repubblica per effetto del decreto legislativo n. 235 del 31 dicembre 2012 ("Legge Severino")[3], Ulisse di Giacomo diventa Senatore[4], in quanto primo dei non eletti del collegio di appartenenza.

Di Giacomo a seguito della scissione del PdL ha aderito al partito di Angelino Alfano, Nuovo Centrodestra[5].

Il 25 maggio 2017 assieme a Giovanni Bilardi abbandona Alternativa Popolare e passa all'opposizione del Governo Gentiloni, aderendo come indipendente al neonato gruppo parlamentare di centro-destra "Federazione della Libertà (IDeA-Popolo e Libertà, PLI)".[6]

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica