Una moglie ideale (film 1999)

film del 1999 diretto da Mike Binder
Una moglie ideale
Titolo originaleThe Sex Monster
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1999
Durata97 min
Generecommedia
RegiaMike Binder
Interpreti e personaggi

Una moglie ideale (The Sex Monster) è una film del 1999 diretto da Mike Binder.

TramaModifica

Marty Barnes, un frenetico imprenditore edile di Los Angeles, improvvisa una fantasia erotica per rendere la sua vita sessuale con la moglie Laura più cocente: coinvolgere un'altra donna in un rapporto a tre. Quest'ultima, inizialmente restia, finisce col superare le ultime resistenze ed accetta, principalmente per amore del marito.

Quando una sera, invitando a cena la collega di Laura, Didi, tutto succede realmente, il sogno di Marty comincia a divenire progressivamente un incubo: Laura scopre infatti con piacere un lato di sé che non sapeva o pensava di avere e diviene presto una focosa amante saffica con la quale diverse donne, compresa la sorella di Marty e le mogli dei suoi colleghi, vanno a letto.

Quando Marty scampa ad una malattia diagnosticata per tempo, la salute di lui preoccupa Laura che sembra tornare in sè e le promette di non avere più relazioni sessuali con altre donne, tornando fedele al loro matrimonio.

Tuttavia, proprio quando un giorno Marty è in procinto di chiudere un grosso affare con Dave Pembroke, la moglie di quest'ultimo socializza con Laura e si rivela anch'essa bisessuale nonché attratta da lei. Qualche giorno dopo, l'attraente donna si presenta senza preavviso a casa di Laura con intenzioni alquanto esplicite e quest'ultima si ritrova rapidamente seminuda nella sua camera da letto assieme alla sua nuova partner: quest'ultima però non vuole limitarsi al "convenzionale" rapporto ed invita Laura a legarla al suo letto.

Laura accetta ma finirà col farsi scoprire da Marty, rincasato poco dopo, che ripiomba di nuovo in uno stato di abbattimento: in quel frangente, la moglie si sfoga e lo accusa di essere lui il colpevole originario della situazione, che a causa di quel gioco iniziale è emersa un'altra versione di lei che non pensava di essere.

A complicare la cosa arriva immediatamente dopo Dave Pembroke, venuto a fargli visita per concludere l'importante affare: nello scoprire sua moglie seminuda e legata a letto quest'ultimo, sulle prime, prova a linciare Marty credendo in un tradimento poi quando realizza, su stessa confessione di Laura, di essere lei l'artefice, la offende con pesanti insulti sessisti. Marty difende duramente la sua compagna ed infine fa allontanare il suo ormai ex-socio in affari, che molla lì tutto, moglie compresa.

Nell'epilogo tragicomico, Laura realizza come nonostante tutto Marty la ami ancora. La scena finale vede la coppia ritrovata pranzare in un ristorante di lusso, dove Laura con accenno scherzoso e con lo stesso modo utilizzato dal marito stesso all'inizio, chiede a Marty cosa pensi del suo nuovo collega parrucchiere e se sia aperto a nuove esperienze.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema