Apri il menu principale
Moderati Sammarinesi
LeaderRomeo Morri
StatoSan Marino San Marino
SedeVia Cà Bartoletto, 26 – RSM-47895 Domagnano
Fondazione21 febbraio 2008
IdeologiaConservatorismo nazionale
Cristianesimo democratico
CollocazioneCentro-destra, Destra
Seggi Consiglio Grande e Generale
2 / 60
TestataIl Dispaccio, La Città del Monte

L’Unione Sammarinese dei Moderati (USDM) è stata una coalizione politica della Repubblica di San Marino, di ispirazione cattolico-democratica, popolarista, centrista e nazionalista, conservatrice esistita dal 2008 al 2012. Con l'uscita di Alleanza Nazionale Sammarinese dalla coalizione hanno preso il nome di Moderati Sammarinesi[1].

StoriaModifica

L’Unione Sammarinese dei Moderati (USDM)[2] è stato fondata il 21 febbraio 2008 dall'unione dei Popolari Sammarinesi (Popolari)[3] con Alleanza Nazionale Sammarinese (ANS).

L'unificazione della coalizione è scaturita anche da una riflessione sulla nuova legge elettorale che fissa lo sbarramento al 3,50% e l'ufficializzazione delle coalizioni al 50,00% + 1 e da un risparmio in termini economici ed organizzativi delle strutture di partito. Nessuno dei due partiti avevano rinunciato a niente, essi mantenevano la loro individualità e autonomia, pur camminando su sullo stesso binario.

ValoriModifica

I valori a cui si ispira l'Unione Sammarinese dei Moderati (USDM) sono i seguenti:

«Unione Sammarinese dei Moderati, ovvero, un nome, una storia, un programma politico ben definito. Che punta al PPE, passando per l’affermazione di valori che fanno parte del comune sentire della gente: dal buon governo alla tutela della famiglia, dal libero mercato in un quadro di regole certe alla difesa del nostro territorio.»

(Manifesto Costitutivo dell’Unione Sammarinese dei Moderati del 21 febbraio 2008)

Il Consigliere Glauco Sansovini, dopo la scissione dai popolari, fa parte del gruppo indipendente e porta avanti la politica delle sue origini: Dio, Patria e Famiglia. I Moderati Sammarinesi collabora con la sezione provinciale dell'Unione di Centro di Rimini[4] e nel 2012 una delegazione dei Moderati Sammarinesi ha incontrato il leader dell'UDC Pier Ferdinando Casini per confermare i vincoli di amicizia e collaborazione[5].

Risultati elettoraliModifica

Risultati elettorali
Elezione Parlamento Voti % Seggi
2008
2012
Consiglio Grande e Generale
Consiglio Grande e Generale
874
340
4,17
1,72
2
0

Riunioni del partitoModifica

CongressiModifica

  • 1° Assemblea di fondazione - 21 febbraio 2008

Vertici del partitoModifica

LeaderModifica

SimboloModifica

Il simbolo dell’Unione Sammarinese dei Moderati (USDM) era costituito dai simboli storici dei Popolari Sammarinesi (Popolari) e di Alleanza Nazionale Sammarinese (ANS), che hanno contraddistinto i due partiti sin dal loro inizio. Ma qui sono affiancati, sullo sfondo stilizzato della Domus Magna Comunis, l'antico Palazzo secentesco, emblema della storia politica ed istituzionale di San Marino. Tutto intorno, racchiuso nei colori nazionali della bandiera bianco e azzurro), il nome della coalizione: ‘'Unione Sammarinese dei Moderati'’.

NoteModifica

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica