Unione dei Liberali e di Centro

Unione dei Liberali e di Centro
LeaderArturas Zuokas
StatoLituania Lituania
SedeLituania
Fondazione31 maggio 2003
Dissoluzione12 luglio 2014
IdeologiaLiberalismo conservatore
Sito webwww.lics.lt

L'Unione dei Liberali e di Centro (in lituano: Liberalų ir Centro Sąjunga - LiCS) è stato un partito politico lituano di orientamento liberaldemocratico affermatosi nel 2003 dalla confluenza fra tre distinti soggetti politici:

Nel 2014 il partito ha dato luogo, con Rinascita e Prospettiva della Patria (Tėvynės atgimimas ir perspektyva- TAIP), ad una nuova formazione politica, l'Unione della Libertà di Lituania (Liberali) (Lietuvos laisvės sąjunga (liberalai)).

StoriaModifica

Il partito si presenta per la prima volta in occasione delle elezioni europee del 2004, quando ottiene l'11,2% dei voti e due seggi. Alle successive elezioni parlamentari del 2004, scende al 9,1% dei voti con 18 deputati. In un primo momento il partito si trova all'opposizione del governo di centro-sinistra sostenuto da Partito del Lavoro, Partito Socialdemocratico di Lituania e Nuova Unione; in seguito, nel 2006, forma un nuovo governo con i socialdemocratici e l'Unione Popolare dei Contadini di Lituania.

Alle elezioni parlamentari del 2008, LiCS ottiene il 5,4% dei voti e 5 seggi. I centristi entrano a far parte del nuovo governo guidato da Andrius Kubilius, sostenuto da Unione della Patria - Democratici Cristiani di Lituania, Partito di Rinascita Nazionale e Movimento dei Liberali della Repubblica di Lituania.

Risultati elettoraliModifica

Elezione Voti % Seggi
Europee 2004 135.601 11,23
2 / 13
Parlamentari 2004 109.872 9,19
18 / 141
Parlamentari 2008 66.078 5,34
8 / 141
Europee 2009 19.105 3,38
0 / 12
Parlamentari 2012 28.263 2,15
0 / 140
Europee 2014 16.927 1,48
0 / 11

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN141899221 · BNF (FRcb129411308 (data) · WorldCat Identities (ENviaf-141899221