Apri il menu principale

United States Naval Special Warfare Command

United States Naval Special Warfare Command
US NSWC insignia.jpg
Descrizione generale
Attiva16 aprile 1987 - oggi
NazioneStati Uniti Stati Uniti
ServizioUnited States Navy
Tipoflotta
base navaleCoronado, California
Parte di
Comandanti
Comandante attualeContrammiraglio Colin P.Green
Voci su marine militari presenti su Wikipedia
Pattugliatore Mark V
SDV Mark VIII
Navy SEALs

Lo United States Naval Special Warfare Command (NSW) è un comando dell'U.S. Navy responsabile di tutte le sue unità speciali e componente navale dello United States Special Operations Command. Il suo quartier generale è situato presso la base di Coronado in California.

MissioneModifica

I SEAL Teams sono forze da combattimento multifunzionali, addestrate, organizzate ed equipaggiate per pianificare, eseguire e supportare missioni speciali in una varietà di ambienti operativi. I commandos svolgono azioni dirette, guerra non convenzionale, difesa interna da minacce straniere, ricognizione speciale e antiterrorismo principalmente in ambienti marittimi e rivieraschi, riferiti rispettivamente come blue water e brown water. Le operazioni inoltre includono sabotaggio, demolizione, raccolta di informazioni, ricognizione idrogeografica, addestramento ed allerta alle forze militari alleate nella conduzione di operazioni navali e speciali congiunte. Ogni SEAL team è formato da 10 plotoni più un piccolo gruppo di supporto di circa 20 persone. Ogni plotone ha assegnati 16 SEALS divisi in due squadre.

I SEAL Delivery Vehicle Teams sono unità specializzate che forniscono ai SEAL qualsiasi cosa di cui hanno bisogno per eseguire la loro missione. Operano con i mini sottomarini MK VIII in grado di portare i commandos il più vicino possibile al loro bersaglio senza essere individuati partendo da sottomarini d'attacco o navi di superficie fino ad almeno 3,2 km dalla loro destinazione.

Gli Special Boat Teams eseguono pattugliamenti vicino alle coste o lungo i fiumi con pattugliatori o piccole imbarcazioni altamente efficienti. Non si stratta di SEAL ma di personale di marina addestrato che lavorano al loro fianco, rilasciandoli per le loro missioni e recuperarli alla fine. Il personale esegue un addestramento di 22 settimane per raggiungere la qualifica di SWCC (Special Warfare Combatant-Craft Crewmember - Equipaggio di mezzi da combattimento per le guerre speciali).

Le NSW Unit sono piccoli centri di comando che controllano elementi situati fuori dagli Stati Uniti continentali e forniscono supporto ad altre unità dell'NSW assegnate ai comandi di teatro delle Forze Speciali o a specifiche forze navali.

Organizzazione[1]Modifica

Development Group (DEVGRU)Modifica

Sebbene la sua missione ufficiale sia quella di testare, valutare e sviluppare tecnologie correnti ed emergenti e sviluppare inoltre tattiche marittime, terrestri ed aerotrasportate, il Naval Special Warfare Development Group noto come DEVGRU, erede del SEAL Team 6, è un'unità anti-terrorismo di elite costituita da SEAL selezionati dagli altri SEAL Team esistenti, la cui reale funzione e struttura organizzativa rimane tuttavia classificata. Il DEVGRU è considerato il primo livello di unità per le missioni speciali al pari della Delta Force dell'U.S. Army. È sotto il diretto controllo operativo del JSOC.

Il DEVGRU è organizzato in quattro Tactical Development and Evaluation Squadron. Ogni squadra può contenere circa 50 operatori ed è a sua volta suddivisa in 3 truppe. Ogni truppa è suddivisa in team di assaltatori e cecchini. Inoltre è presente un Explosive Ordnance Disposal Tactical Development and Evaluation Squadron. Sarebbe presente anche una squadra specializzata nell'eseguire operazioni di spionaggio clandestino, effettuato prima di ogni azione di un SEAL Team. Solitamente opera con l'appoggio delle ambasciate americane in zone calde del mondo, dalle quali riceve in maniera segreta armamenti e materiale logistico.

NoteModifica

  1. ^ SOCOM Factbook 2018 (PDF), su socom.mil. URL consultato il 28 novembre 2018 (archiviato dall'url originale il 28 novembre 2018).

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica