Uno specialista - Ritratto di un criminale moderno

film del 1999 diretto da Eyal Sivan
Uno specialista - Ritratto di un criminale moderno
Titolo originaleUn spécialiste, portrait d'un criminel moderne
Lingua originaleFrancese, inglese, tedesco, ebraico
Paese di produzioneIsraele, Francia, Germania, Austria, Belgio
Anno1999
Durata128 min.
Dati tecniciB/N
Generedocumentario
RegiaEyal Sivan
SceneggiaturaRony Brauman, Eyal Sivan
FotografiaLeo Hurwitz
MontaggioAudrey Maurion
Interpreti e personaggi
Adolf Eichmann

Uno specialista - Ritratto di un criminale moderno (Un spécialiste, portrait d'un criminel moderne) è un documentario del 1999 diretto da Eyal Sivan.

Indice

ContenutoModifica

1961. Adolf Eichmann, funzionario della Germania nazista, viene processato a Gerusalemme per le sue responsabilità nel compimento dell'olocausto. Alle accuse, Eichman risponde di essere solo un esecutore di ordini superiori, un burocrate spietato ma privo di responsabilità: "Non potevo sottrarmi e non ho mai tentato di farlo"[1].

ProduzioneModifica

Il film è costituito da una selezione delle 350 ore di riprese delle 114 sedute del processo contro Adolf Eichmann[2] effettuate dal regista americano Leo Hurwitz, che sullo stesso evento realizza il film Verdict for Tomorrow (1961)[3]. Il testo-guida seguito da Sivan e dal suo co-sceneggiatore Rony Brauman è il libro di Hannah Arendt La banalità del male. Eichmann a Gerusalemme.

NoteModifica

  1. ^ repubblica.it, Nei documentari l'insostenibile banalità del male, in trovacinema.repubblica.it. URL consultato il 07 novembre 2016.
  2. ^ la Repubblica/cinema_recensioni: Eichmann, il travet dello sterminio, su www.repubblica.it. URL consultato il 07 novembre 2016.
  3. ^ Dizionario cinema Morandini UNO SPECIALISTA - RITRATTO DI UN CRIMINALE MODERNO | Sky Cinema, su cinema.sky.it. URL consultato il 07 novembre 2016.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema