Apri il menu principale
Val Clavalité
Val Clavalité.JPG
L'alta val Clavalité vista dal colle di Fénis
StatiItalia Italia
RegioniValle d'Aosta Valle d'Aosta
Località principaliFénis
FiumeClavalité

Coordinate: 45°40′59.88″N 7°29′30.12″E / 45.6833°N 7.4917°E45.6833; 7.4917

La Val Clavalité è una valle laterale della Valle d'Aosta del versante envers. Si trova interamente nel comune di Fénis, sulla destra orografica della Dora Baltea, ed è incuneata tra la valle di Cogne ed il Vallone di Champdepraz.

Indice

CaratteristicheModifica

La Val Clavalité è l'unico luogo della Valle d'Aosta ad ospitare un piccolo giacimento di salgemma[1][2].

La valle termina con il colle di Fénis che la mette in comunicazione da una parte con la valle di Champorcher e dall'altra con la valle di Cogne.

Per raggiungerla, partendo dall'abitato di Fénis, si percorre la strada asfaltata da Misérègne fino a Cerise. Poi si prosegue per la strada sterrata fino ad arrivare a un cucuzzolo da cui si può ammirare il panorama della piana di Clavalité (1501 m s.l.m.). Dopo un breve tratto in discesa si raggiunge la località Clavalité da cui partono numerosi sentieri.

La Punta Tersiva (3513 m s.l.m.) domina la piana e tutta la valle. Probabilmente in passato vi erano alcune miniere utilizzate per l'estrazione di metalli. Alcuni documenti storici preromani parlano addirittura di una sviluppata rete di strade lastricate.

MontiModifica

 
Vista dell'alta val Clavalité

Le montagne principali che contornano la valle sono:

Il bivacco Egidio BorrozModifica

Il 15 luglio 2006 nella valle fu inaugurato il bivacco Egidio Borroz, intitolato all'omonimo consigliere comunale in carica dal 1990 al 1995. Il bivacco, situato a circa 2150 m s.l.m. si trova in una posizione strategica sulla rete sentieristica chiamata Percorso dei laghi e costituisce un punto di partenza per le escursioni sul Monte Tersiva e Mont Glacier[3].

NoteModifica

  1. ^ Fénis, su lovevda.it. URL consultato il 20 ottobre 2015.
  2. ^ Fénis, su cm-montemilius.vda.it. URL consultato il 20 ottobre 2015.
  3. ^ Il bivacco Rotary Club di Aosta Egidio Borroz, su comune.fenis.ao.it. URL consultato il October 13, 2017 (archiviato dall'url originale il ottobre 13, 2017).

Altri progettiModifica

  Portale Valle d'Aosta: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Valle d'Aosta