Valsot
comune
Valsot – Stemma
Valsot – Veduta
Ramosch, capoluogo comunale
Localizzazione
StatoSvizzera Svizzera
CantoneWappen Graubünden.svg Grigioni
RegioneEngiadina Bassa/Val Müstair
Amministrazione
Lingue ufficialiRomancio
Data di istituzione2013
Territorio
Coordinate46°50′00″N 10°23′00″E / 46.833333°N 10.383333°E46.833333; 10.383333 (Valsot)
Altitudine1 236 m s.l.m.
Superficie158,95 km²
Abitanti841 (2019)
Densità5,29 ab./km²
Frazionivedi elenco
Comuni confinantiCuron Venosta (IT-BZ), Galtür (AT-7), Ischgl (AT-7), Nauders (AT-7), Pfunds (AT-7), Samnaun, Scuol, Spiss (AT-7)
Altre informazioni
Cod. postale7556, 7557, 7558, 7559, 7560
Prefisso081
Fuso orarioUTC+1
Codice OFS3764
TargaGR
Cartografia
Mappa di localizzazione: Svizzera
Valsot
Valsot
Valsot – Mappa
Sito istituzionale

Valsot ([ˌvalˈzɔt][?·info], toponimo romancio) è un comune svizzero di 841 abitanti del Canton Grigioni, nella regione Engiadina Bassa/Val Müstair.

Geografia fisicaModifica

Valsot è situato in Bassa Engadina, sul lato sinistro del fiume Inn; dista 56 km da Davos, 69 km da Sankt Moritz, 111 km da Coira e 192 km da Lugano. Il punto più elevato del comune è la cima del Fluchthorn (3 399 m s.l.m.), sul confine con Galtür.

StoriaModifica

Il comune di Valsot è stato istituito il 1º gennaio 2013 con la fusione dei comuni soppressi di Ramosch e Tschlin; capoluogo comunale è Ramosch[1][2].

SocietàModifica

Lingue e dialettiModifica

Il comune è di lingua romancia[2].

Geografia antropicaModifica

FrazioniModifica

Le frazioni di Valsot sono[1][2]:

Infrastrutture e trasportiModifica

La stazione ferroviaria più vicina è quella di Scuol-Tarasp della Ferrovia Retica, sulla linea Pontresina-Scuol.

NoteModifica

  1. ^ a b Valsot, in Dizionario storico della Svizzera, 21 febbraio 2013. URL consultato il 30 luglio 2021.
  2. ^ a b c (RM) Sito istituzionale del comune di Valsot, su valsot.ch. URL consultato il 30 luglio 2021.
  3. ^ Paul Eugen Grimm, Ramosch, in Dizionario storico della Svizzera, 15 marzo 2017. URL consultato il 30 luglio 2021.
  4. ^ Paul Eugen Grimm, Vnà, in Dizionario storico della Svizzera, 9 dicembre 2016. URL consultato il 30 luglio 2021.
  5. ^ Paul Eugen Grimm, Tschlin, in Dizionario storico della Svizzera, 12 luglio 2017. URL consultato il 30 luglio 2021.
  6. ^ Paul Eugen Grimm, Martina, in Dizionario storico della Svizzera, 14 dicembre 2016. URL consultato il 30 luglio 2021.
  7. ^ Paul Eugen Grimm, Strada, in Dizionario storico della Svizzera, 14 dicembre 2016. URL consultato il 30 luglio 2021.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN305432727 · GND (DE1044938587
  Portale Svizzera: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Svizzera